WWE, -4 a Money in the Bank 2022: ecco la card completa

A pochissimi giorni dall’inizio di luglio, WWE si appresta a limare gli ultimi dettagli circa l’edizione 2022 di Money in the Bank, affermatosi negli anni come uno dei pay per view principali della compagnia. L’evento si preannuncia particolarmente interessante, specialmente per via della stipulazione che deciderà le faide per i giri titolati nel prossimo futuro. In ballo, naturalmente, la valigetta che permetterà di sfidare i detentori delle cinture più importanti della federazione, sia per quanto riguarda la divisione maschile che per quella femminile.

 

Money in the bank wweGli slot per il Ladder Match femminile sono completi. Saranno in sette a cercare di guadagnarsi il diritto di sfidare una delle due campionesse: Lacey Evans, Alexa Bliss, Liv Morgan, Raquel Rodriguez, Asuka, Shotzi e Becky Lynch. Al momento, secondo i bookmakers, sono Lacey Evans e Liv Morgan le favorite: la prima è rientrata da poco dopo la lunga pausa dovuta alla gravidanza, e WWE sembra avere dei piani per lei; la seconda è reduce da un biennio avaro di gloria, ma segnato da un duro lavoro (e da grossi miglioramenti sul ring) che potrebbe finalmente essere ricompensato.

 

Per quel che concerne il Ladder Match maschile, al momento resta ancora da decidere l’ultimo partecipante. Gli altri sei sono Seth Rollins, Drew McIntyre, Sheamus, Omos, Sami Zayn e Riddle. Difficile sbilanciarsi in questo caso, visto che si tratta di atleti in qualche modo “protetti” dalla compagna. Ma lo scozzese, ormai fuori dai giri titolati da troppo tempo, parte inevitabilmente come il favorito principale per la vittoria.

 

Money in the Bank 2022 metterà poi in palio quattro titoli differenti, in altrettanti match. Aperte le sfide per le cinture femminili: Bianca Belair dovrà difendere quella di RAW dall’assalto di Carmella, Ronda Rousey cercherà di fare lo stesso contro Natalya per il suo regno a SmackDown. Street Profits all’attacco delle cinture di coppia unificate della WWE, attualmente strette attorno alla vita degli Usos. Infine, Theory cercherà di mantenere lo United States Championship dall’offensiva di Bobby Lashley.

Add Comment