Undertaker, stavolta è davvero finita: il Becchino si ritira

È la fine di un’era. Il mondo del wrestling si inchina ad una delle sue icone più longeve, amate e rappresentative: a 55 anni si è ritirato Mark Calaway, noto ai più con il ring-name di The Undertaker. Attivo fin dalla primissima puntata dello show settimanale di Monday Night Raw, il Deadman è stato una colonna portante della WWE, e un punto di riferimento per questo show-business in generale, per praticamente tre decadi. Già da parecchi giorni circolavano con insistenza speculazioni sul suo possibile addio, confortati anche dalla docu-serie andata in onda negli Stati Uniti in queste settimane, dal titolo The Last Ride. Proprio al termine dell’episodio conclusivo della stessa, seduto su una sedia, Mark Calaway ha dato seguito a tali indiscrezioni: “A questo punto della mia vita e della mia carriera, non ho più alcun desiderio di tornare sul ring. Stavolta sono arrivato davvero al punto in cui il cowboy cavalca via.”

 

The Undertaker WWE WrestleManiaCome detto, i rumors circa il possibile ritiro di Undertaker circolavano già da parecchio tempo, almeno dal vittorioso match di WrestleMania contro AJ Styles. Tuttavia si pensava che il Becchino avrebbe appeso i proverbiali guantoni al chiodo solo al termine di un ultimo match, magari contro un avversario come Bray Wyatt. Eventualità non totalmente da escludere comunque, perché lo stesso Calaway, con un sospiro, si è lasciato andare ad un laconico “mai dire mai”. Fino a quel momento, semmai davvero arriverà, si può dunque considerare conclusa una delle carriere più scintillanti del mondo del wrestling. Durante la sua permanenza in WWE, Undertaker ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti: 7 titoli mondiali, 7 volte campione di coppia, una volta campione Hardcore. Nel 2007 ha trionfato in una delle migliori edizioni della Royal Rumble di sempre, a detta di molti appassionati e addetti ai lavori.

 

Spesso premiato anche per la qualità dei suoi match (memorabili quelli contro Shawn Michaels e contro Triple H, andati in scena tra il 2009 e il 2012), il suo più grande riconoscimento è stato la Streak: una serie di ventuno vittorie consecutive ottenute a WrestleMania, un record che con ogni probabilità rimarrà ineguagliato nell’intera storia della federazione.

Add Comment