WWE, ecco tutti i risultati del ppv di Clash of Champions

Clash of Champions è stato a sorpresa l’evento settembrino della WWE, rivelatosi persino più intrigante del previsto nonostante alcune defezioni di lusso. Contrariamente a quella che era ormai stata definita come la card del pay per view, infatti, la federazione ha effettuato dei cambiamenti al fotofinish. In particolare, le precarie condizioni fisiche di Nikki Cross hanno impedito a quest’ultima di prendere parte al match per il titolo femminile di SmackDown, lasciando ad Asuka il compito di affrontare Bayley. La giapponese, che nella stessa serata ha già difeso la cintura di RAW dall’assalto di Zelina Vega, non è tuttavia riuscita nell’impresa di diventare doppia campionessa: un attacco di Bayley con la sedia ha infatti fatto terminare il match per squalifica, ma proprio la detentrice del titolo blu è stata poi attaccata dall’ex amica Sasha Banks. La loro faida sembra più aperta che mai.

 

Roman Reigns WWEAbortito anche il match per le cinture di coppia femminili (si apprende che Nia Jax e e Shayna Baszler non hanno ottenuto il nulla osta medico), la serata ha poi vissuto altri momenti di tensione con la sfida per i titoli di coppia maschili di RAW: il match è evidentemente terminato anzitempo a causa di un infortunio occorso ad Angel Garza, favorendo la conferma degli Street Profits. Anche Cesaro e Nakamura difendono con successo le cinture di coppia di SmackDown dall’assalto dei Lucha House Party, mentre la sorpresa di questo evento della WWE arriva dal triple treath per il titolo intercontinentale: a sorpresa l’ha spuntata Sami Zayn, che sulla scala ha abbrancato le cinture sconfiggendo AJ Styles e Jeff Hardy. Bobby Lashley ha mantenuto lo USA Championship battendo Apollo Crews per sottomissione, ma il match della serata è stato quello tra Drew McIntyre e Randy Orton valevole per il titolo WWE: grazie anche alla “vendetta” di alcune leggende (Big Show, Christian e Shawn Michaels hanno attaccato la Vipera), lo scozzese è riuscito a confermarsi campione. Anche Roman Reigns è riuscito a difendere con successo la cintura universale, sconfiggendo il cugino Jey Uso in un match che ha confermato definitivamente il turn heel del Big Dog.

Add Comment