Adesso finalmente è ufficiale: Mauro Icardi approda al PSG

Dall’ombra della Madonnina a quella della Tour Eiffel. Si conclude così la tormentata telenovela che ha catalizzato le maggiori attenzioni della calda sessione estiva di calciomercato in Serie A. Dopo un vortice di indiscrezioni, interessamenti, corteggiamenti, sogni e speranze, Mauro Icardi approda alla ricchissima corte del Paris Saint Germain. L’ex capitano dell’ Inter, da tempo in rottura con il club nerazzurro, ha sciolto gli ultimi dubbi solamente sul gong: scaricato dalla squadra, rifiutate diverse destinazioni come Napoli e Roma, e vista l’impossibilità anche solo di un abbozzo di trattativa con la Juventus (i bianconeri non sono riusciti a sfoltire la rosa), ha accettato la meta transalpina.

 

Inter IcardiChe qualcosa si fosse mosso, nonostante la clamorosa denuncia ai danni dell’ Inter, lo si era capito proprio nella nottata di ieri: la moglie nonché procuratrice del giocatore, Wanda Nara, nel corso della trasmissione Tiki Taka aveva in qualche modo confermato la possibilità che il proprio marito ed assistito potesse decidere di cambiare aria al fotofinish, proprio nell’ultimo giorno utile di mercato. Nonostante le dichiarazioni d’amore nei confronti di Milano e della società milanese, e la poca voglia di lasciare entrambe, la soluzione era in assoluto la più logica per tutte le parti.

 

Il Paris Saint Germain, così, abbraccia un giocatore che, al netto delle difficoltà caratteriali che hanno influenzato l’ultima parte della sua carriera, può vantare delle caratteristiche da top player per quel che riguarda il reparto avanzato. D’altronde, i numeri parlano per lui: a 26 anni si è già laureato per ben due volte capocannoniere della Serie A, e, nonostante le frizioni insanabili con l’ambiente nerazzurro, i 124 gol in 219 presenze rimarranno nella storia di questo club. A Parigi, Icardi dovrà però vincere la concorrenza di colleghi di altissimo livello, alcuni dei quali al momento infortunati: Neymar (sfumato il suo passaggio al Barcellona), Mbappé, Cavani, Di Maria, Draxler, Moting e Jesé.

Add Comment