L’ Italia è affondata in Spagna, si va verso gli spareggi?

Con ancora negli occhi la pessima prestazione offerta allo stadio Bernabeu di Madrid, dove l’ Italia è stata letteralmente sgretolata dalla potenza delle Furie Rosse, ci si è già lanciati in una serie di dubbi, perplessità e calcoli circa il tortuoso cammino che i nostri dovranno affrontare, per staccare il pass per Russia 2018. Ancora i giochi non sono fatti, certo, in quanto mancano tre gare per la chiusura dei gironi di qualificazione: tuttavia, la forza espressa dalla Spagna, ora avanti di 3 punti rispetto agli Azzurri oltre a possedere il vantaggio della miglior differenza reti, rende fortemente improbabile un improvviso crollo degli iberici in vista dei prossimi tre impegni: nondimeno, gli uomini di Lopetegui dovranno affrontare Liechtenstein e Israele, due match più che abbordabili sulla carta.

 

De Rossi ItaliaL’ Italia, invece, dovrà adesso cercare di difendere la seconda posizione dall’assalto dell’Albania, che affronterà nell’ultimo impegno valido per questo girone di qualificazione, nella trasferta di Scutari, il prossimo 9 ottobre. E anche in quel caso bisognerà incrociare le dita: soltanto le otto migliori seconde classificate, infatti, hanno la possibilità di affrontarsi negli spareggi per raggiungere la rassegna iridata nel prossimo anno. I gruppi infatti sono nove, e la “peggior” seconda sarà eliminata a prescindere.

 

A quel punto, bisognerebbe sperare nella buona sorte, visto che attualmente, fra le varie seconde, spiccano anche squadre di un certo lustro: dal Portogallo campione d’Europa in carica alla Croazia di Modric e Mandzukic, dall’Irlanda a quella Slovacchia che ci fece molto male nel mondiale sudafricano del 2010.

 

Calcoli e congetture che, tuttavia, almeno per il momento lasciano il tempo che trovano: molto ancora deve essere fatto, da qui al prossimo mese, con tre gare ancora da giocare. L’importante, adesso, è che l’ Italia non si scoraggi: è dura, certo, soprattutto dopo il 3 – 0 incassato in Spagna, ma bisogna trovare la forza di reagire. Una forza che ha sempre contraddistinto gli Azzurri nei momenti di difficoltà.

Add Comment