Russia 2018: Italia, contro Israele bisogna ripartire

La disastrosa trasferta spagnola, disputata allo stadio Bernabeu di Madrid, ha certamente lasciato degli strascichi piuttosto pesanti per gli Azzurri. L’ Italia, sgretolata dalle furie rosse, ha subito un colpo psicologico sicuramente notevole, e soprattutto si è allontanata dall’obiettivo principale: quello di staccare il pass diretto per la qualificazione ai prossimi campionati del mondo, che si terranno in terra russa nel 2018.

 

Italia VenturaTuttavia non c’è tempo per deprimersi e per rimuginarci su: tra poche ore, infatti, allo Stadio Mapei di Reggio Emilia, avrà luogo la delicata sfida contro Israele, l’ottava partita su dieci del gruppo. A questo punto, con la Spagna realisticamente irraggiungibile, l’ Italia dovrà cercare di difendere la seconda posizione in classifica dall’assalto dell’Albania, e soprattutto dovrà tentare di vincere ogni gara rimasta, per non diventare la peggior seconda tra le nove dei gironi europei.

 

E così, Giampiero Ventura, non esente da critiche da parte degli esperti e degli addetti ai lavori, pare intenzionato a riconfermare il suo 4-2-4 spregiudicato contro Israele, evidentemente guidato proprio dalla voglia di vincere ad ogni costo. Per il tecnico azzurro, tuttavia, qualche problema di formazione: al già infortunato Chiellini si è aggiunto anche l’atalantino Spinazzola, che dunque non sarà della gara. Discorso analogo per Leonardo Bonucci: squalificato, non potrà essere a disposizione.

 

E così, davanti a capitan Buffon, ecco dipanarsi, per l’ Italia, una retroguardia praticamente inedita, reinventata per l’occasione. Più che probabile l’esordio di Conti sulla fascia destra, mentre Darmian sarà presumibilmente spostato su quella sinistra. Al centro, insieme all’unico reduce della BBC Andrea Barzagli, Astori pare essere favorito sull’altro juventino Rugani.

 

Secondo le ultime indiscrezioni, il resto della formazione dovrebbe rimanere praticamente invariato rispetto alla sconfitta spagnola. Sulla linea di mediana, ecco nuovamente De Rossi e Verratti. Confermato anche il quartetto offensivo, i cui esterni all’occorrenza si abbasseranno sulla linea di centrocampo, nella fase di non possesso dell’ Italia. Da destra verso sinistra: Candreva, Immobile, Belotti e Insigne.

Add Comment