Russia 2018, quando vincere porta male: chi resta fuori?

Oramai lo sappiamo fin troppo bene, ma la verità è un boccone davvero troppo amaro da mandar giù. L’ Italia è fuori da Russia 2018, un disastro sportivo che, nel calcio nostrano, ritrova un unico precedente 60 anni fa: allorché la selezione azzurra, fatta fuori dalla fatale Irlanda del Nord, mancò la qualificazione al torneo iridato che, per uno scherzo beffardo del destino, si sarebbe tenuto in Svezia.

 

Russia 2018Proprio la Svezia, che ci ha tagliato via da Russia 2018. Ma l’ Italia, nel gruppo delle escluse eccellenti, si trova suo malgrado in buona compagnia, a cominciare dall’Olanda. E, in questo senso, a seconda di come andranno anche gli spareggi interzona, questo campionato mondiale potrebbe farsi ricordare per un record particolarmente negativo, e per un trend piuttosto nefasto.

 

Come dicevamo, infatti, al di là dell’ Italia, sono tante le selezioni illustri che non prenderanno parte a Russia 2018. E per alcune di esse la cosa è piuttosto clamorosa, visto che parliamo di Nazionali che detengono attualmente il titolo del proprio continente. A cominciare dal Cile di Vidal e Sanchez, peraltro due vecchie conoscenze del calcio nostrano. La Roja, che ha vinto in maniera consecutiva le ultime due edizioni della Copa America (campione CONMEBOL, federazione sudamericana), ha clamorosamente fallito la qualificazione per il torneo iridato.

 

Stesso discorso per gli USA. La Nazionale a stelle e strisce, che ha vinto l’ultima Gold Cup, e che dunque è campione in carica della CONCACAF (la federazione nord-centroamericana), clamorosamente, è rimasta fuori lasciando spazio al meno quotato Panama. Passando poi per l’Africa, ecco che pure il Camerun non riesce a sottrarsi a questa sorte infausta: i campioni del continente nero, che hanno vinto l’ultimo trofeo organizzato dal CAF (la federazione africana), sono out da Russia 2018.

 

Ma non è finita qui, perché anche i campioni d’Asia dell’Australia, e i campioni d’Oceania della Nuova Zelanda, potrebbero non farcela, qualora non superassero gli spareggi interzona. In questo modo, l’unica squadra campione continentale a Russia 2018 diverrebbe il Portogallo, che pure ce l’ha fatta per il rotto della cuffia.

Add Comment