Milan, finalmente i rinnovi di Maldini e Massara; e il mercato…

Dopo una situazione di stallo, dovuta all’ennesimo passaggio di proprietà e a una serie di nodi interni da sciogliere, finalmente è arrivata l’ufficialità: Paolo Maldini e Frederic Massara, considerati come i due elementi fondamentali per la vittoria dell’ultimo Scudetto del Milan, hanno rinnovato i rispettivi contratti in qualità di dirigenti rossoneri. Fino a qualche settimana fa la loro situazione con la società sembrava giunta a un punto morto. Il loro legame con il Milan sarebbe scaduto il 30 giugno, e il piccolo braccio di ferro messo in atto aveva, di fatto, paralizzato persino il mercato.

 

MilanIn questo frangente, il club rossonero ha visto sfumare alcuni degli obiettivi inseguiti a lungo, ma mai finalizzati in offerte concrete: su tutti il difensore olandese Sven Botman, accasatosi agli inglesi del Newcastle. Il rinnovo di Maldini e Massara era predicato da più parti, non ultima quella dei tifosi, reduci da un anno sensazionale confluito nella conquista dell’ultimo campionato. La figura di Maldini, peraltro, è percepita ancora con grande forza in accostamento ai colori rossoneri, essendo stato uno dei giocatori più rappresentativi nella storia della società.

 

Adesso, dopo un lungo tira e molla, l’ufficialità. Per entrambi si tratta di un rinnovo biennale: Maldini prosegue il proprio ruolo in qualità di Direttore dell’Area Tecnica, Massara invece quello di Direttore Sportivo. Dopodiché, i due potranno riprendere a lavorare sul mercato: dapprima ufficializzando l’acquisto di Origi, che verrà rilevato dal Liverpool a parametro zero. Poi, lanciandosi su quei profili individuati per aumentare la qualità delle risorse messe a disposizione di Stefano Pioli: Renato Sanches si è allontanato ma rimane ancora percorribile, nelle ultime ore anche l’ormai ex numero 10 juventino Paulo Dybala è stato accostato al Milan. In ballo anche i nomi del trequartista Charles De Ketelaere, classe 2001 in forza al Bruges, e di Marco Asensio, il cui rinnovo col Real Madrid è in una fase di stallo.

Add Comment