Liverpool, vendetta Champions: Reds campioni d’Europa

Il Liverpool vendica la sconfitta subita lo scorso anno dal Real Madrid per 3 – 1, e si laurea campione d’Europa per la sesta volta nella sua storia. A conferma di quelli che erano i favori del pronostico, i Reds sono riusciti a superare il Tottenham in quello che è stato un vero e proprio derby inglese nell’ultimo atto della Champions League, confermandosi così come una delle squadre più forti del Vecchio Continente in questo frangente.

 

Liverpool SalahUna vendetta anche per Jurgen Klopp, da sempre afflitto da una sorta di maledizione che lo aveva spesso visto perdere le finali più importanti. Il tecnico tedesco, che aveva sfiorato il bottino più grosso sia l’anno scorso, sempre con il Liverpool, che alcune stagioni fa con il Borussia Dortmund, riceve così la consacrazione definitiva a top allenatore.

 

La delusione è invece incredibilmente palpabile per il Tottenham, che, alla prima finale di Champions League della sua storia, sperava di realizzare una vera e propria impresa. Compito che però si è rivelato ben più proibitivo del previsto, soprattutto pochi istanti dopo l’inizio della contesa: allorché uno sciagurato Sissoko ferma in area il pallone con un braccio dopo appena venti secondi, e il successivo calcio di rigore vede Salah superare un incolpevole Lloris.

 

L’episodio, inevitabilmente, finisce per stravolgere l’inerzia della gara: numerosi sono gli errori in fase di appoggio da una parte e dall’altra, tanto che le vere occasioni arriveranno soltanto negli ultimi venti minuti della sfida. Anche Grazie ai cambi di Pochettino, il Tottenham prova a farsi sotto, ma le sue conclusioni più pericolose si infrangono contro il “solito” Alisson, all’ennesimo clean sheet della stagione. A chiudere i conti per il Liverpool ci pensa invece Origi, subentrato a un impalpabile Roberto Firmino, a circa tre minuti dalla fine. Un 2 – 0 che in qualche modo entrerà nella storia, poiché pone termine al super vincente lustro del calcio spagnolo, che dominava in Europa dall’ormai lontano 2014.

Add Comment