Juventus, è comunque festa: vince l’ottavo Scudetto di fila

La trentatreesima giornata del campionato di Serie A ha regalato al torneo una certezza che, per la verità, abbisognava solamente dell’aritmetica per diventare tale. Con ben cinque turni di anticipo, la Juventus si è infatti laureata campione d’Italia, inanellando l’ottavo Scudetto in altrettante stagioni. Un filotto a dir poco impressionante, che non trova precedenti non solamente nella storia del torneo, ma più in generale nei cinque campionati maggiori: né il Barcellona, né il Real Madrid, neanche il Bayern Monaco, o il Manchester United, o altre squadre di straordinaria caratura internazionale, erano mai riuscite in qualcosa di simile.

 

JuventusÈ bastata la vittoria contro la Fiorentina, ancora una volta un po’ sofferta ma tutto sommato meritata, per permettere alla Juventus di ritoccare ulteriormente questo incredibile record, e di aggiungere un ulteriore trofeo in una bacheca che, in questo ciclo apparentemente inarrestabile, già strabocca di titoli nazionali. In questo senso, però, è forse l’affermazione più amara di queste otto stagioni: uno Scudetto che arriva infatti a pochi giorni dalla bruciante eliminazione ai quarti di finale di Champions League, vero obiettivo dichiarato della formazione bianconera.

 

Ci riproverà l’anno prossimo la Juventus, comunque forte di un titolo in più, ancora una volta con il tricolore cucito sulla maglia. Ci sarà anche Cristiano Ronaldo, a proposito: lo stesso asso portoghese ha voluto diradare le nebbie circolate all’indomani del fallimento europeo, secondo le quali il campionissimo, deluso dall’andamento delle cose in Champions, avrebbe pensato ad un clamoroso addio dopo appena un anno. “Resto al mille percento, ci riproveremo”: queste le parole di CR7, peraltro il miglior cannoniere stagionale della Vecchia Signora.

 

Un trionfo peraltro molto particolare, in quanto segue quella che, poche ore prima, era stato conquistato dalle donne: anche la Juventus femminile, infatti, ha vinto il campionato, il secondo di fila. Peraltro, un’impresa anche questa: la divisione bianconera delle donne, infatti, è stata fondata solamente nel 2017, e in questo mini ciclo ha completato un en plein perfetto.

Add Comment