Italia, è quasi fatta: sarà Roberto Mancini il nuovo commissario tecnico?

Manca poco più di un mese all’inizio dei campionati mondiali di Russia 2018. L’ Italia, lo sappiamo bene, non ci sarà: la compagine azzurra ha infatti fallito l’appuntamento con la manifestazione iridata. Il secondo posto nel girone di qualificazione alle spalle della Spagna prima, e il KO complessivo nel doppio confronto contro la Svezia poi in fase di spareggio, ha sgretolato anzitempo le ambizioni della compagine del Belpaese. E, inevitabilmente, il tracollo del nostro calcio dinanzi al più importante evento sportivo del pianeta, ha fatto rotolare molte teste: quella di Carlo Tavecchio, ma anche l’ex commissario tecnico Gian Piero Ventura, poi sostituito pro tempore dal traghettatore Gigi Di Biagio. Adesso, pare essere giunta l’ora per un nuovo corso: le cui redini, a quanto pare, saranno detenute da Roberto Mancini.

 

Roberto Mancini ItaliaRoberto Mancini attualmente sta allenando lo Zenit San Pietroburgo, con risultati tuttavia piuttosto deludenti. Il tecnico, che in passato ha già allenato squadre di prestigio come l’ Inter, il Manchester City e la Lazio, collezionando tra le altre cose svariati titoli, vorrebbe adesso rimettersi in gioco ed è a caccia di altri stimoli. E, con la figura di Carlo Ancelotti oramai defilatasi, mentre Antonio Conte non ha ancora chiarito cosa ne sarà del proprio futuro, in corsa è rimasto solo lui. Da qui, dunque, come peraltro è trapelato, e neanche troppo velatamente, da quel che resta dei vertici della FIGC, la quasi conferma della candidatura di Mancini, rimasto praticamente l’unico candidato per sedersi sulla panchina azzurra.

 

Mancherebbero ancora, tuttavia, tutti i vari dettagli, soprattutto quelli di natura economica. A questo punto, è molto probabile credere che tutto verrà definito solamente tra qualche settimana, magari dopo la conclusione del campionato. E, poi, la nuova Italia potrà ripartire: lo farà con Roberto Mancini, chiamato a restituire linfa ad un movimento calcistico giunto ai propri minimi storici. Che la scelta sia corretta o meno, soltanto il tempo ce lo potrà dire.

Add Comment