CR7 e Bernardeschi stendono il Frosinone, Juventus capolista

Serviva una prova di forza alla Juventus, contro il modesto Frosinone, per rilanciare ulteriormente la propria autorità nel campionato italiano, soprattutto dopo il successo del Napoli ai danni del Torino. I partenopei, in questo senso, sembrano gli unici in grado di porre resistenza allo stradominio dei bianconeri: questo soprattutto in virtù del cammino fin qui zoppicante dell’ Inter, e dell’oramai conclamata crisi della Roma. In terra ciciora, la Juventus ha riscontrato molte più difficoltà del previsto per pervenire ad una vittoria che, comunque sia, alla fine è stata messa in cassaforte.

 

Dybala JuventusEffettivamente era difficile attendersi un esito differente in quella che, per molti, era la più classica delle sfide tra Davide e Golia. Troppo il divario tra una squadra neopromossa che, non fosse per la penalizzazione del Chievo Verona, sarebbe adesso il fanalino di coda del torneo, e la squadra che da sette anni a questa parte sta tirannizzando il calcio italiano. Di più, dopo l’innesto di Cristiano Ronaldo, la Juventus sembra essere divenuta una macchina da guerra assolutamente mortifera: ed è stato proprio il portoghese, in effetti, il più pericoloso della compagine piemontese, costretto a strozzare in gola per almeno tre volte la gioia del gol.

 

Un appuntamento solamente rimandato: l’ingresso in campo di Cancelo, e soprattutto quello di Bernardeschi, cambiano il volto di una partita bloccata, e permettono alla Juventus di piazzare il micidiale uno-due che stende un Frosinone tenace ma poco pericoloso in attacco. Al minuto 81, dopo una strana carambola, è proprio Cristiano Ronaldo, di sinistro, a infilare il tanto atteso vantaggio alle spalle di un pur bravo Sportiello. I ciociari provano a spendere gli ultimi minuti in attacco, ma le risorse sono poche e, nel recupero, arriva anche il raddoppio di Bernardeschi: contropiede micidiale avviato ancora una volta da Cristiano Ronaldo, Pjanic mette il pallone in area per l’ex viola e Sportiello è di nuovo battuto. 0 – 2 in favore della Juventus, che rimane a punteggio pieno.

Add Comment