Juventus, rigori e polemiche: Fiorentina sconfitta 3 – 0

Dopo il brusco stop di Napoli, una Juventus di (doppio) rigore stende una Fiorentina ordinata, pur se raramente pericolosa. I due penalty di Cristiano Ronaldo, che peraltro eguaglia il record di Trezeguet di nove partite consecutive a segno, indirizzano una sfida chiusa nei minuti finali da un colpo di testa di de Ligt. Il portoghese raggiunge anche il ragguardevole traguardo di 50 sigilli con la casacca rossonera fra tutte le competizioni, nell’arco di una stagione e mezzo. Il match, tuttavia, proseguirà soprattutto nel post-partita, con le durissime polemiche innescate dal presidente viola Rocco Commisso ai danni della classe arbitrale, del sistema calcistico italiano e della società bianconera: dichiarazioni che inevitabilmente si porteranno dietro degli strascichi pesanti nelle prossime settimane, e che con ogni probabilità comporteranno anche delle sanzioni.

 

JuventusIl primo tempo si rivela essere tutto sommato equilibrato. La Juventus, che ripropone Douglas Costa dal primo minuto, sembra iniziare bene la sfida, con un palleggio fluido e movimentato. A metà del parziale tuttavia la Fiorentina risale la china, e sfiora l’eurogol con un doppio tacco di Cutrone e Chiesa: solamente un riflesso inumano di Szczesny nega ai viola il gol del vantaggio. I bianconeri non ci stanno, impegnano Dragowski in un difficile intervento su tiro da fuori di Bentancur, e sul finale di tempo trovano il vantaggio: una bordata di Pjanic trova la mano in area di un difensore fiorentino, il direttore di gara consulta il VAR e conferma il rigore. Dal dischetto, Cristiano Ronaldo non sbaglia.

 

Nella seconda frazione i ritmi di gioco rallentano, e la Fiorentina, merito anche del prolungato possesso palla della Juventus e dell’ottima prestazione di de Ligt e Bonucci, faticano a impensierire Szczesny. Così, negli ultimi dieci minuti della sfida i bianconeri chiudono i conti: dapprima con un altro rigore di CR7 assegnato per un braccio largo su Bentancur (intervento fiscale, ma che sembra poterci stare), poi con un colpo di testa di de Ligt sugli sviluppi di un corner. È 3 – 0 per la Juve, che vola momentaneamente a +6 sull’ Inter.

Add Comment