Di Biagio, è amara la prima: l’ Argentina scherza l’ Italia

C’erano delle discrete aspettative sulla prima panchina azzurra di Gigi Di Biagio, nella prestigiosa sfida amichevole che ha posto l’ Italia contro i vicecampioni del mondo dell’ Argentina. Un esordio davvero amaro per il commissario tecnico pro tempore, costretto a piegarsi alla manifesta superiorità avversaria al termine di una prestazione che, più che impalpabile, si è rivelata essere a dir poco indecifrabile.

 

Italia Di BiagioChe l’impresa fosse davvero ardua lo si sapeva, ma, più che sul risultato, i tifosi e gli addetti ai lavori speravano perlomeno in una prova coraggiosa e convincente: bisogna ripartire dopo la disastrosa esclusione dai campionati mondiali di Russia 2018, ma la sensazione è che l’ Italia sia rimasta come congelata a quell’apocalittico 13 novembre.

 

E così, contro un’ Argentina rimaneggiata ma comunque temibile, e certamente superiore non soltanto tecnicamente e tatticamente, ma anche sul piano della convinzione, l’ Italia mette in campo la propria paura. Frustrante, in particolar modo, il primo tempo: l’ Argentina domina e gli Azzurri non propongono nessun guizzo interessante, con Buffon, tornato fra molte critiche, riesce a mantenere la porta inviolata in diverse occasioni.

 

Proprio il portierone bianconero, alla fine, risulterà essere probabilmente il migliore in campo per l’ Italia, il che ben descrive l’inerzia di una gara che finisce come peggio non avrebbe potuto. Jorginho e Insigne, invocati a furor di popolo durante la gestione di Ventura, collezionano errori su errori, e proprio un pallone perduto sanguinosamente dal regista del Napoli, al 75° minuto, spalanca le porte alla vittoria dell’ Argentina: ne approfitta Banega, che dal limite fulmina Buffon con un sinistro radente e preciso.

 

È il colpo che spezza mentalmente un’ Italia già di per sé titubante e confusionaria. All’85°, infatti, è Lanzini a chiudere i conti, finalizzando un contropiede ben architettato da Gonzalo Higuain. Certamente non il miglior segnale per auspicarsi una pronta ripartenza. Tutto rimandato a martedì, nella speranza che il match contro l’ Inghilterra possa fornirci indicazioni più incoraggianti.

Add Comment