Serie A, altra emorragia di campioni: ecco chi lascerà l’Italia

Nella scorsa estate un vero e proprio terremoto ha impoverito il livello tecnico della Serie A, portando su altri lidi e su ben altri campionati alcuni dei migliori fuoriclasse del nostro calcio. I nomi più celebri sono ovviamente stati quelli di Cristiano Ronaldo, che ha lasciato la Juventus dopo tre anni e 101 gol, ma anche Romelu Lukaku e Gigio Donnarumma. Anche giocatori del calibro di De Paul, Nainggolan e Romero hanno detto addio alla Serie A, non prima di lasciare un’impronta importante. Adesso, la storia potrebbe ripetersi: pur se non con la stessa eco, potrebbero essere numerosi i campioni ad andar via dalla massima divisione italiana, per abbracciare altre esperienze all’estero.

 

Serie AA cominciare da Giorgio Chiellini, che si è già accomiatato dalla sua Juventus. Il capitano bianconero, prossimo alle 38 primavere, è sempre più vicino ad appendere i proverbiali scarpini al chiodo. Non prima, però, di tentare un’ultima, grande avventura: è ormai cosa fatta il suo approdo ai Los Angeles, in MLS, dove potrà continuare a far mostra della sua arte difensiva. Anche Lorenzo Insigne ha salutato il Napoli da capitano. Lo scugnizzo partenopeo ha vissuto un’annata ad alti e bassi all’ombra del Vesuvio: non più al centro del progetto tecnico, ha deciso di rifiutare il rinnovo al ribasso della società campana, abbracciando il progetto offertogli dai canadesi del Toronto. Per lui, pronto un ricchissimo ingaggio. Lascia la Serie A pure Franck Kessié: dopo aver vinto lo Scudetto con il Milan, il centrocampista ivoriano è pronto a unirsi al Barcellona.

 

Tuttora incerto, invece, il destino di Paulo Dybala. La Joya è stata epurata dalla Juventus, dopo un logorante tira e molla sul rinnovo del contratto. In Italia l’argentino è richiesto soprattutto da Inter e Roma, ma potrebbe decidere di ascoltare le sirene francesi o quelle inglesi. Anche i due assi della Lazio, Milinkovic-Savic e Luis Alberto, potrebbero essere al passo d’addio: il serbo è l’oggetto dei desideri del Manchester United (che dovrà sostituire il partente Pogba), lo spagnolo invece sente nostalgia di casa e il suo rapporto con Lotito non è più tra i migliori. Da capire poi il destino di Ibrahimovic, fisicamente non più integro, e di Koulibaly, inseguito dal Barcellona.

Add Comment