Milan e Juve a reti bianche a San Siro: l’ Inter scappa in vetta

Seconda stella a destra, questo è il cammino. L’ Inter segue l’ispirazione di Edoardo Bennato, ma la sua Isola che non c’è verso il tricolore numero 20 si prospetta concreta come non mai. Il pareggio a reti bianche tra Milan e Juventus incrementa infatti il vantaggio nerazzurro sulle inseguitrici, già consolidato anche dall’ennesima frenata di un’ Atalanta dall’organico in totale emergenza. Tiene botta il Napoli, ma Simone Inzaghi può vantare un ulteriore plus: la partita da recuperare contro il Bologna, che se capitalizzata potrebbe equivalere a un ulteriore +3 in classifica sul pazzo duo Napoli-Milan al piazzamento d’onore. Potenzialmente, insomma, l’ Inter potrebbe presto tracciare un distacco di 7 punti sulle dirette inseguitrici: a quel punto il solco sarebbe difficilmente colmabile.

 

MilanMilan e Juventus arrivano in un San Siro falcidiato dai numerosi impegni ravvicinati, che ne hanno vistosamente rovinato il terreno di gioco. Tanti gli ex: da una parte De Sciglio, Bonucci (che però non è stato convocato perché non ancora al meglio), Locatelli, Allegri. Dall’altra Mirante e sua maestà, Zlatan Ibrahimovic. Che varrebbe per tutti, non fosse per i 40 anni che si sentono tutti: dopo neanche mezz’ora lo svedese sarò costretto a lasciare il campo per l’ennesimo infortunio muscolare. Pioli mette in campo Giroud, ma le squadre mostrano la corda e sul campo di occasioni effettivamente pericolose quasi non se ne contano: pressoché inoperoso Maignan (Morata e Dybala tra i peggiori della serata milanese), Szczesny deve limitarsi al compitino per non correre rischi.

 

Complice la vittoria al fotofinish sul Venezia, l’ Inter vola quindi a quota 53 con una gara ancora da recuperare. Il Napoli aggancia il Milan a 49 punti, consolidando la qualificazione alla prossima Champions League. L’ Atalanta va a 43 (anch’essa con una partita ancora da disputare), la Juventus invece sale a 42 punti e rimane ancora attaccata al treno dell’Europa ce conta.

Add Comment