Juventus, comunque vada sarà rivoluzione: chi va e chi arriva

Terminata ufficialmente la stagione, è tempo di bilanci. Per alcuni, il momento di leccarsi le ferite. Come la Juventus, che per la prima volta dopo un decennio di trionfi resta a bocca asciutta. Il ritorno di Massimiliano Allegri non ha evitato alla società bianconera lo smacco degli “zeru tituli”, con un gioco che ha latitato ancor più dei trofei persi. L’accesso alla prossima edizione della Champions League attraverso il quarto posto, tuttavia, accelera il percorso di profonda rifondazione che la Vecchia Signora ha avviato già da qualche tempo. E che, a partire da questa estate, provocherà anche alcune vittime illustri.

 

Dybala JuventusI primi tre nomi sono arcinoti: Giorgio Chiellini, Paulo Dybala e Federico Bernardeschi. Se il comune denominatore è la naturale scadenza del contratto, le motivazioni sono ovviamente assai differenti. Per il capitano, che quando è stato in forma ha confermato di essere ancora il miglior difensore italiano, pesa il dato anagrafico: ad agosto soffierà 38 candeline, e non può più garantire il consueto contributo fisico. Dybala e Bernardeschi, invece, sono stati estromessi dal progetto tecnico: troppo scostanti sul campo, troppo onerosi gli ingaggi. Nel caso dell’argentino, anche la scarsa integrità fisica ha giocato un ruolo determinante.

 

Sul mercato, la Juventus ha messo anche i vari Alex Sandro, Arthur, Kean e Ramsey, che non verrà riscattato dai Rangers. Piazzarli tutti, però, sarà molto complicato. A seconda delle richieste, i bianconeri potrebbero decidere di cedere anche Pellegrini e Rabiot, che hanno richieste. Il francese, giunto a Torino a parametro zero, garantirebbe anche una buona plusvalenza. Da capire anche la situazione di Morata: la Juventus non lo riscatterà a 35 milioni, ma sa che l’attaccante spagnolo è ai margini dell’Atletico Madrid. Qualora i colchoneros decidessero di fare uno sconto, la trattativa potrebbe riaprirsi.

 

E mentre resta in piedi il possibile scambio con la Lazio tra Rugani e Acerbi, in entrata il nome più pesante è quello di Paul Pogba: il francese, chiusa la deludente esperienza allo United, tornerebbe volentieri nella squadra che l’ha consacrato. Sempre più vicino anche Di Maria, che accetterebbe di buon grado un contratto annuale in vista dei mondiali qatarioti. Si è invece complicata la pista Perisic, che l’ Inter vorrebbe assolutamente rinnovare: le richieste del croato potrebbero essere soddisfatte dalla dirigenza nerazzurra. Il piano B, per la Juventus, sarebbe l’esterno dell’Eintracht Filip Kostic.

Add Comment