Serie A, è bagarre a quattro in zona salvezza a tre dalla fine

A tre giornate dalla conclusione del campionato, molto è ancora da decidere. A cominciare dalla volata Scudetto, ormai ridotta a due sole corsie: il Milan, capolista e sempre più vicino al titolo, e l’ Inter, che rincorre a -2 con un calendario sulla carta più agevole. E se le meneghine completano il quartetto di squadre che accederanno alla prossima Champions insieme a Napoli e Juventus, in zona Europa e Conference League la lotta è ancora serrata, in un gioco a perdere tra chi fa meno peggio. Ancora più appassionante, però, è la situazione in coda alla classifica di Serie A: quella della salvezza è diventata una bagarre che, di nuovo, ricorre nel numero 4. Considerando Spezia e Sampdoria quasi salve con il loro momentaneo +7 sulla riga rossa della retrocessione, il discorso riguarda, a scendere: Cagliari (28 punti), Salernitana (26), Genoa (25) e Venezia (22).

 

Serie AIn tutto ciò, è da ricordare che va ancora recuperato un ultimo match: curiosamente, proprio lo scontro salvezza tra Salernitana e Venezia. I campani sono lanciatissimi: nelle ultime quattro gare hanno racimolato 10 punti, prendendo lo scalpo nientemeno che della Fiorentina e per poco non replicavano il colpaccio contro l’Atalanta di Gasperini. Una vittoria proietterebbe la compagine di Davide Nicola al quartultimo posto, oltre il Cagliari al momento solo virtualmente salvo. Per gli arancio-nero-verdi è invece la proverbiale ultima spiaggia, l’unica occasione in grado di alimentare una speranza ormai sul punto di spegnersi. Molto più incerta la situazione dei sardi, che nelle scorse ore hanno esonerato Walter Mazzarri: le 7 sconfitte nelle ultime 8 partite di Serie A sono state determinanti per spingere il presidente Giulini ad affidare la rosa ad Alessandro Agostini, già tecnico della primavera. Il quarto litigante è infine il Genoa, che nelle ultime uscite sembra aver esaurito il benefico “effetto Blessin”: se la vittoria contro il Cagliari è stata una boccata d’ossigeno, i KO inanellati contro Verona, Lazio, Milan, e soprattutto nel derby contro la Sampdoria, sono quattro passi verso la retrocessione.

Add Comment