Milan, non è più fatal Verona: rossoneri a 4 punti dallo Scudetto

A due giornate dalla conclusione del campionato, il Milan si avvicina sempre più allo Scudetto numero 19 della sua storia. Numeri alla mano, ai rossoneri basteranno infatti 4 punti per non poter più essere raggiunti dall’ Inter: gli uomini di Inzaghi accusano infatti lo svantaggio degli scontri diretti rispetto ai cugini, oltre alle due lunghezze di ritardo. Eppure, Stefano Pioli potrebbe laurearsi campione d’Italia già nel prossimo turno, qualora i suoi ragazzi battessero l’ Atalanta a San Siro e l’ Inter non riuscisse a sconfiggere il Cagliari.

 

MilanUn trionfo dunque cruciale quello che il Milan a confezionato poco fa a Verona, proprio la città che fatalmente evoca bruttissimi ricordi per i tifosi rossoneri. Non che la serata del Bentegodi sia iniziata nel migliore dei modi, per il Diavolo: dopo un gol inizialmente annullato a Tonali per una leggera posizione di fuorigioco, Faraoni porta avanti i gialloblù grazie a una bella incornata vincente. Serve lo spunto dei campioni per rimontare, e allora ci pensano i virgulti in erba di Pioli a riaccendere le speranze titolate. A recupero quasi scaduto e agli inizi della ripresa, l’uno-due tra Leao e Tonali è una fotocopia che potrebbe valere lo Scudetto: imprendibile il portoghese nelle sue discese sulla corsia mancina, l’ex mezzala del Brescia è invece bravo a farsi trovare smarcato proprio davanti alla porta. Due assist per Leao, due gol per Tonali, peraltro alla prima doppietta in carriera.

 

Effettuato il sorpasso, il Milan prova ad amministrare il vantaggio contro un Verona che però non vuole limitarsi a recitare il ruolo dell’agnello sacrificale. Faraoni impegna Maignan con un temibile tiro-cross, Lasagna e Gunther di testa non trovano la mira giusta. All’86° è allora Florenzi a mettere il punto esclamativo sulla vittoria rossonera e, forse, sul campionato: perfetta la triangolazione tra Messias e l’ex romanista, che con un desto potente sigilla il risultato sull’1 – 3 finale. Game, set. Per il match, bisognerà aspettare ancora qualche giorno.

Add Comment