Messi, dietrofront clamoroso: rimane al Barcellona per un anno?

Solamente pochi giorni fa Lionel Messi scuoteva l’intero mondo del calcio, manifestando il desiderio di lasciare il Barcellona dopo un’intera vita calcistica trascorsa in terra catalana. Una notizia che da subito ha scatenato un vero e proprio ciclone di indiscrezioni e voci di corridoio, con un club favorito su tutti per accaparrarsi le prestazioni del campione argentino: il Manchester City di Pep Guardiola, in netto vantaggio su Paris Saint Germain, Inter e Juventus. Dopo un’interminabile serie di rumors fra i più assortiti, tuttavia, nelle scorse ore l’ultimo aggiornamento avrebbe segnalato un ribaltone clamoroso: Messi potrebbe restare al Barça, perlomeno per un altro anno ancora.

 

Argentina MessiLa situazione, infatti, da un punto di vista contrattuale è piuttosto intricata. L’accordo che lega Leo Messi al Barcellona scadrà solamente nell’estate del 2021, e soprattutto è suggellato da una clausola rescissoria di ben 700 milioni di euro. Secondo un cavillo presente nel contratto, la Pulce avrebbe potuto liberarsi a parametro zero entro e non oltre i primi giorni del mese di giugno del 2020, a patto di comunicarlo alla società con i giusti tempi. Tempi che, ovviamente, a causa dell’emergenza coronavirus non ci sono stati. Per questo motivo il campione argentino credeva che questa postilla potesse essere prolungata fino agli inizi di settembre, ovvero alla fine della stagione calcistica 2019-2020 e prima dell’inizio di quella 2020-2021.

 

Così invece non è stato: la stessa Liga, intervenuta nella vicenda, ha chiarito che il contratto di Messi vale per com’è scritto. Il rischio per qualsiasi squadra desiderosa di accaparrarsi le prestazioni della Pulce, dunque, sarebbe quello di impelagarsi in una devastante guerra legale (con grosse probabilità di perderla). Ecco perché, dopo averne discusso con il padre/procuratore, il giocatore avrebbe preso la decisione di rimanere al Barcellona: Leo onorerebbe l’ultimo anno che ancora lo vincola al club blaugrana, per poi liberarsi a parametro zero nel 2021.

Add Comment