Messi lascia il Barcellona? Juve e Inter sognano, ma…

La bomba è deflagrata appena pochi giorni fa, e l’incendio derivatone potrebbe avvampare almeno fino alla prossima estate. Lionel Messi, il supercampione dei sei Palloni d’Oro, potrebbe lasciare il Barcellona tra qualche mese. All’interno della società blaugrana, la situazione sarebbe ben presto degenerata a causa dell’acutizzarsi di vecchie frizioni. La frattura insanabile tra i veterani dello spogliatoio, capeggiati da Leo Messi, e il direttore sportivo nonché ex giocatore del Barça, Eric Abidal, si è tradotta in alcuni sfoghi pubblici che hanno alimentato ulteriormente le tensioni. L’esonero di Valverde (secondo Abidal avvenuto poiché sotto la sua guida “i giocatori non erano soddisfatti e non lavoravano”), gli infortuni di Suarez e Dembelé, e la prematura eliminazione dalla Coppa del Re, completano un quadro di crisi nera, come non si vedeva da tempo a Barcellona.

 

Barcellona MessiUna situazione disastrosa, che potrebbe portare Messi a prendere una decisione a dir poco eclatante: lasciare quella che è stata la sua casa in tutta la sua leggendaria carriera, accettando la corte di un nuovo club durante la stagione estiva. Da lì in poi sognare è stato un passo obbligatorio, anche se, realisticamente, soltanto club con alle spalle un grosso colosso finanziario potrebbero permettersi un colpo del genere: Il Manchester United, il Manchester City, il Paris Saint Germain. O la Juventus, sostenuta da Agnelli, e l’ Inter, di Suning.

 

Ma quanto è lecito per i tifosi bianconeri e nerazzurri alimentare una speranza che sarebbe clamorosa? Posto che, come detto, sognare non costa nulla, difficilmente la cosa lascerà la sfera dell’immaginazione. Quand’anche non si dovesse sostenere il costo di acquisizione del cartellino del giocatore (che, secondo alcuni rumors, potrebbe liberarsi a zero dal Barcellona), ben più complicato è il discorso del contratto. Al momento Leo Messi guadagna qualcosa come 50 milioni netti a stagione, che per una società diventano quasi 100 milioni lordi: praticamente, il costo annuale di tutti i giocatori dell’ Inter insieme.

 

Per quanto riguarda la Juve, vero è che i bianconeri un anno e mezzo fa sorpresero il mondo con l’acquisizione di Cristiano Ronaldo e, inutile dirlo, la possibilità che il portoghese e l’argentino (dopo una vita da rivali) possano giocare sotto la stessa egida, sta stuzzicando le fantasie di tutti. Ma proprio l’operazione CR7, peraltro economicamente meno onerosa rispetto a quella della Pulce, sta facendo ben capire quali siano le difficoltà nel rendere il tutto sostenibile senza far crollare i bilanci. Più facile, insomma, pensare ad un blitz del City, che peraltro riunirebbe anche Messi e Guardiola. Sempre ammesso che l’argentino decida davvero di lasciare il Barça. Cosa tutt’altro che scontata.

Add Comment