Milan, Montella esonerato: al suo posto arriva Gennaro Gattuso

Alla fine è stato costretto ad arrendersi Vincenzo Montella, dopo il deludente avvio di stagione del suo Milan. L’allenatore, infatti, a seguito dell’ennesima prestazione sottotono, uno scialbo pareggio per 0 – 0 contro il Torino, è stato sollevato dall’incarico. Ad annunciarlo è stato lo stesso club rossonero, tramite il proprio profilo ufficiale di Twitter, non mancando di porgere i migliori auguri al suo ormai ex allenatore in vista degli impegni futuri.

 

Milan MontellaUn addio che era nell’aria da tempo, quello tra il Milan e Vincenzo Montella, considerando appunto quanto i primi mesi di questa stagione fossero stati di gran lunga inferiori alle iniziali aspettative della squadra rossonera. Un disastro praticamente imperdonabile, soprattutto in relazione alla faraonica campagna acquisti messa in piedi dalla società lombarda nella scorsa estate: oltre 200 milioni di euro spesi, con un rendimento che non ha mai giustificato tali cifre.

 

I numeri stessi, inevitabilmente, non sono stati dalla parte di Montella: nel suo intero ciclo in rossonero, il tecnico ha totalizzato 32 vittorie su 64 panchine: una percentuale piuttosto modesta, pari ad appena il 50%, mentre le sconfitte sono state addirittura 18. Uno score completato da 14 pareggi, ma soprattutto da numerosi equivoci tecnici e tattici: in questo senso, Montella non è mai riuscito a convincere l’ambiente, accusato di cambiare troppo spesso modulo e uomini, e di non riuscire a trovare la giusta alchimia in una squadra che, ad ogni modo, era stata costruita per tornare in Champions League.

 

La conduzione, adesso, verrà affidata a Gennaro Gattuso: una personalità certamente forte, che ha fatto la storia del Milan da giocatore, ma che nell’esperienza da allenatore ha finora dimostrato parecchie lacune. Esonerato dal Sion, esonerato dal Palermo, dimessosi dopo una brutta parentesi presso il modesto Creta, e retrocesso in Lega Pro con il Pisa (con un ultimo posto in Serie B), rappresenta una scommessa non da poco per la società rossonera, in un momento molto delicato.

Add Comment