Russia 2018: Caporetto Azzurra, l’ Italia è fuori dal Mondiale

Cento anni dopo la tragica disfatta di Caporetto, l’ Italia vive un nuovo dramma, benché stavolta prettamente sportivo. Gli Azzurri, nella sfida di ritorno dello spareggio mondiale, non sono riusciti a ribaltare la brutta sconfitta maturata nel match di andata in quel di Stoccolma, e, pur giocando con grande determinazione e grande coraggio, sono fuori da Russia 2018.

 

Italia VenturaUna sconfitta per un intero movimento, per un paese che, in fin dei conti, proprio nel calcio ha spesso trovato delle grosse soddisfazioni. Quattro volte campione del mondo, una volta vincitrice anche del titolo europeo e di quello olimpico, l’ Italia non mancava una qualificazione al torneo iridato dal lontanissimo 1958: quello che, per uno scherzo beffardo del fato, venne disputato proprio in Svezia.

 

È il triste epilogo per una nazionale fondata sugli ultimi residui dei successi di Germania 2006, allorché i vari Buffon, Barzagli e De Rossi, i tre grandi veterani, erano riusciti a sollevare la coppa al cielo teutonico. Gli ultimi, grandi campioni del calcio azzurro, che dinanzi alle telecamere hanno confermato, tra le lacrime e tra mille rimpianti, l’addio alla casacca griffata dal tricolore.

 

Un match che è stato a dir poco stregato per l’ Italia, che pur collezionando innumerevoli occasioni da gol, oltre ad un possesso palla prolungato, non è riuscita a bucare la porta svedese. Ma si tratta di una eliminazione che, certamente, trova radici ben più lontane e profonde, figlia di brutti risultati e di ancor più cattive prestazioni maturate nei mesi scorsi.

 

In particolare, un amalgama che pare non essersi mai creata tra il gruppo azzurro e il commissario tecnico Giampiero Ventura. Che, pure, sarà individuato come maggior capro espiatorio per questo tracollo, benché anche in questo caso, probabilmente, bisognerebbe guardare più lontano per trovare le colpe maggiori. Ad ogni modo, oramai, c’è poco da fare: l’ Italia è fuori dal Mondiale, è questa la triste verità.

Add Comment