Valentino Rossi, stavolta è finita davvero: il Dottore dice addio alle corse

Si dice spesso che tutto ciò che ha un inizio avrà anche una fine, ma la verità è che è davvero difficile scrivere l’atto conclusivo di certe storie. Quella tra Valentino Rossi e il mondo del motociclismo è stata una grande storia, forse la più bella di tutte per quel che riguarda questa disciplina. Parlano i numeri: nove titoli mondiali, unico pilota di sempre ad aver trionfato in quattro classi differenti (una volta in 125, una in 250, una in 500 e ben sei volte in MotoGP). E poi ancora: 115 gran premi vinti, 235 podi, 65 pole position conquistate in 25 anni di carriera. Secondo molti, il più grande di tutti i tempi sulle due ruote, mai nessuno come lui: pilota per antonomasia da diversi lustri, fonte di ispirazione per tanti giovani corridori. Adesso, però, siamo arrivati all’epilogo. Già da diverse settimane si erano rincorse numerose voci sul futuro di Valentino Rossi, paventando il ritiro come l’opzione più concreta per il pilota marchigiano. Ma nella conferenza tenuta questo pomeriggio, è stato il diretto interessato a sciogliere ogni dubbio, confermando la veridicità di tali indiscrezioni.

 

Valentino RossiValentino Rossi si ritirerà dal mondo del motociclismo al termine di questa stagione: a 42 anni, è reduce da un biennio poco brillante in Yamaha, ed è nel frattempo finito ai margini della casa nipponica, che sembra aver individuato nel giovanissimo Fabio Quartararo il pilota su cui investire per gli anni a venire. L’annuncio, però, è arrivato nel modo più sereno possibile, nei tempi che lo stesso Valentino ha giudicato come maturi: “Mi ero dato un tempo che poteva essere la prima parte del campionato. Ho deciso di smettere a fine anno, sarà l’ultima mezza stagione come pilota di MotoGP. Naturalmente mi dispiace: avrei voluto correre almeno altri 25 anni, ma purtroppo non è possibile. Però è stato bello: ci sono stati dei momenti veramente indimenticabili, che mi porterò sempre.”

Add Comment