Hellas Verona da urlo: ecco Cassano, Pazzini e Cerci

Appena tornato in Serie A dopo una stagione di gavetta, non si può certo dire che l’Hellas Verona stia restando con le mani in mano in questa fase di calciomercato. L’allenatore Pecchia, anzi, avrà di che sorridere in vista della prossima annata, quando gli scaligeri potranno vantare un trittico offensivo a dir poco temibile sulla carta. Al capitano Giampaolo Pazzini, già in rosa e capocannoniere dello scorso campionato di Serie B, stanno infatti per aggiungersi due veri e propri pezzi da 90: Alessio Cerci e Antonio Cassano.

 

Pazzini CassanoAlessio Cerci, che compirà 30 anni tra pochi giorni, potrà finalmente rimettersi in mostra in una piazza che, presumibilmente, lo lancerà come titolare. Dopo la fortunatissima esperienza al Torino, dove in un biennio era riuscito a conquistare il cuore dei tifosi granata formando un’accoppiata vincente con Ciro Immobile, per Cerci pareva giunto il momento della consacrazione. E tuttavia, all’Atletico Madrid, che pure aveva investito oltre 15 milioni di euro nel settembre del 2014 per assicurarsi le sue prestazioni, ha fortemente deluso. Dopo una girandola di prestiti tra Milan e Genoa, dove non è mai riuscito ad affermarsi, era dunque giunta la scadenza del contratto con il club spagnolo. E, alla fine, è stato il Verona a decidere di puntare su di lui.

 

Il club scaligero, tuttavia, non ha chiuso così il proprio mercato, dal momento che sarebbe pronto a lanciare anche un altro grande deluso del calcio italiano: Antonio Cassano, ormai ex bambino prodigio di Bari Vecchia, che a 35 anni pareva aver chiuso definitivamente la propria carriera. Spesso considerato come un talento sprecato, a Verona Cassano ritroverà Giampaolo Pazzini, con il quale costituì un tandem offensivo formidabile, alla Sampdoria, tra il 2007 e il 2010.

 

Insomma, i tifosi del Verona possono sognare, o quantomeno sperare in una salvezza agevole. Nella speranza che Cerci, Pazzini e Cassano riescano a esprimersi ai propri livelli.

Add Comment