WWE Summerslam 2021, spettacolo in Nevada con due clamorosi ritorni

Doveva essere uno spettacolo, è stato molto di più. All’Allegiant Stadium di Paradise, in Nevada, la WWE mette in piedi quello che forse è stato l’evento dell’anno, con un Summerslam mai parso in così grande spolvero come in questa speciale edizione del 2021 post-pandemia. Al termine dello show sono stati undici i match disputati, ben tre in più rispetto a quelli preannunciati nella card, con numerosi cambi di titoli e almeno un paio di ritorni clamorosi: sono stati Becky Lynch e Brock Lesnar, assenti dal ring da oltre un anno, a segnare maggiormente questo evento.

 

Roman Reigns WWELa Bestia ha fatto il proprio ingresso nell’arena fra mille boati e ovazioni, al termine dello strabiliante scontro che ha visto Roman Reigns mantenere lo Universal Championship contro John Cena. Il match era stato presentato come quello tra l’icona di questi tempi e l’icona di tutti i tempi, e ha incendiato gli animi degli oltre 50.000 presenti. Probabilmente nessuno, però, si sarebbe aspettato il ritorno di Brock Lesnar, il cui percorso sembra tracciato sulla sfida al Tribal Chief per il titolo mondiale.

 

Nell’altra contesa valida per la cintura iridata, quella della WWE, è stato Bobby Lashley a trionfare contro Goldberg per via di un infortunio occorso a quest’ultimo. L’impressione però è che la faida sia ben lungi dal terminare: l’intromissione di MVP è stata determinante per stabilire l’inerzia del match, al termine del quale Lashley ha anche attaccato il figlio di Goldberg. Probabilmente vedremo presto una rivincita.

 

L’altro clamoroso ritorno, come detto, è quello di Becky Lynch: The Man si è intrufolata tra Bianca Belair e Carmella (che ha sostituito l’infortunata Sasha Banks) nella contesa per lo SmackDown Women’s Championship, riuscendo a schienare la campionessa con un astuto roll-up. Becky Lynch torna così campionessa circa quindici mesi dopo il suo abbandono a seguito dell’annuncio di essere incinta. Nell’altra sfida valida per il titolo femminile, è Charlotte Flair a prevalere nel Triple Threat contro Rhea Ripley e Nikki A.S.H., vincendo per sottomissione. Altri cambi di titoli: Damian Priest batte Sheamus e si laurea per la prima volta WWE United States Champion, gli RK-Bro (Randy Orton e Riddle) hanno la meglio su AJ Styles e Omos e diventano campioni di coppia di RAW. Assalto fallito invece per i Mysterios, sconfitti dagli Usos che quindi conservano i titoli di coppia di SmackDown.

 

Da pronostico, Alexa Bliss e Drew McIntyre sconfiggono rispettivamente Eva Marie e Jinder Mahal. Match spettacolare tra Edge e Seth Rollins: dopo 21 minuti senza esclusione di colpi, è la Rated-R Superstar a prevalere. Nel kick-off, il detentore del Money in the Bank, Big E, ha la meglio su Baron Corbin, ma la faida potrebbe ancora proseguire nelle prossime settimane.

Add Comment