WWE, ecco tutti i risultati completi di Elimination Chamber 2022

Si è da poco concluso Elimination Chamber 2022, l’evento tenutosi in Arabia Saudita e che, a poco più di un mese da WrestleMania, delinea nuovi scenari soprattutto nei giri titolati principali della WWE. A cominciare da quello che presumibilmente sarà il main event della seconda serata del Grandaddy of Them All, e che vedrà affrontarsi i due volti della compagnia: Brock Lesnar e Roman Reigns.

 

WWE Brock LesnarSi sono dunque concretizzati i rumors che volevano, nello scenario più importante della WWE, le due superstar una contro l’altra con in palio le cinture principali della federazione: Lesnar ha infatti trionfato nell’Elimination chamber maschile, che però è stata fortemente condizionata dall’immediata defezione di Bobby Lashley per infortunio (si presume in kayfabe). Al suo ingresso sul ring, la Bestia ha praticamente squashato tutti gli avversari, schienandoli uno alla volta e laurendosi nuovamente campione WWE. Roman Reigns ha invece dominato la sfida contro Goldberg, durata poco più di 5 minuti e conclusasi, un po’ a sorpresa e in maniera anticlimatica, con la sottomissione dello sfidante.

 

La Chamber femminile è stata invece vinta da Bianca Belair, che a WrestleMania potrà dunque avere l’agognato rematch contro Becky Lynch: anche in questo caso si avvera il pronostico che voleva le due atlete nuovamente in faida, anche in virtù del prevedibile trionfo di The Man su Lita nel match valevole per il titolo femminile di RAW. Per Lita, dunque, questo potrebbe essere l’addio definitivo come lottatrice.

 

In un Falls count anywhere che in realtà non ha sfruttato molto la stipulazione, Drew McIntyre ha sconfitto Madcap Moss (coadiuvato da Happy Corbin) senza troppe difficoltà. Resta da capire se questa contesa abbia chiuso definitivamente o meno la faida tra gli atleti succitati. Il tag team di Naomi e Rounda Rousey, nonostante quest’ultima sia stata costretta a lottare con l’handicap di un braccio legato, ha avuto la meglio sul duo composto da Charlotte Flair e Sonya Deville. Non si è invece tenuto il match che la WWE aveva annunciato per i titoli di coppia di SmackDown: in un angle durato pochi minuti, gli Usos si sono limitati ad attaccare i Wiking Riders alle spalle. Infine, nel kick-off, Rey Mysterio ha sconfitto The Miz anche grazie all’aiuto del figlio Dominik. Al termine del match, i due hanno eseguito lo spot della doppia 619 e della doppia Frogsplash sul Magnifico, omaggiando Eddie Guerrero.

Add Comment