WWE, ecco tutti i risultati di Clash at the Castle 2022

Si è ormai conclusa la prima edizione di Clash at the Castle, il pay per view targato WWE che ha visto la vecchia Europa tornare a ospitare un grande evento di wrestling. La card lasciava presagire un incredibile spettacolo, forse solo in parte rispettato. Inutile dire che la delusione del pubblico, accorso in pompa magna presso il Principality Stadium di Cardiff, era palpabile alla sconfitta di Drew McIntyre, idolo di casa, chiamato ad affrontare Roman Reigns per la conquista dei titoli massimi unificati. Lo scozzese si è comportato bene sul ring e ha persino sfiorato la vittoria, sfuggita soltanto a causa dell’ennesima intromissione, stavolta da parte di Solo Sikoa, il terzo dei fratelli Usos: uno dei leitmotiv della gestione fin qui biennale del Tribal Chief. Reigns resta quindi campione, e, sconfitto anche McIntyre, non gli rimane più nessun avversario da battere in tutta la WWE.

 

Roman Reigns WWEPer il resto, da segnalare la vittoria di Seth Rollins nel match contro Riddle: bel segmento lottato, che ha visto interrompere l’emorragia di sconfitte dell’Architetto in ppv. Anche le altre cinture sono state difese con successo: l’assalto di Shayna Baszler al regno di Liv Morgan è fallito, come anche quello all’Intercontinental Championship dell’altro idolo di casa, Sheamus, battuto dall’attuale detentore Gunther. Da segnalare, in questo caso, l’intervento dell’atleta italiano Giovanni Vinci, che insieme al succitato Gunther e a Ludwig Kaiser sembra aver ricostituito la stable dell’Imperium.

 

Edge e Rey Mysterio hanno abbattuto lo Judgment Day, apparentemente giunto a un vicolo cieco a pochi mesi dalla fondazione a opera della stessa Rated-R Superstar. Interessante soprattutto l’epilogo dell’incontro, in cui si è verificato il tradimento di Dominik a opera dei due vincitori. Che per la WWE sia finalmente arrivato il momento di scrivere la storyline che vedrà contrapposti padre e figlio? Ritorno al ring con successo per Bayley, Dakota Kai e Iyo Sky, che in una ventina di minuti riescono a sopraffare il tag team composto da Alexa Bliss, Asuka e Bianca Belair: a essere schienata è proprio l’attuale campionessa femminile di RAW.

Add Comment