WrestleMania sarà in due giorni e in più location, ora è ufficiale

Clamorosa la decisione raggiunta nelle scorse ore dalla WWE, che, per via della crescente emergenza legata al coronavirus, si è trovata in difficoltà e costretta ad effettuare delle scelte davvero straordinarie, per far fronte ad una situazione straordinaria. Considerando anche le probabili difficoltà dei trasporti, visti i tanti atleti e il personale coinvolti, la federazione ha infatti confermato che WrestleMania, il più grande e atteso evento di wrestling dell’anno, verrà svolto nell’arco di due giorni, e in più location differenti. Una scelta che non trova precedenti nei decenni passati, e che, come detto poc’anzi, si è rivelata evidentemente necessaria a causa dei tanti problemi del covid-19.

 

WrestleMania WWEWrestleMania 36 verrà quindi disputata sabato 4 aprile e domenica 5 aprile, sempre a partire dalle ore 01:00 notturne in Italia. Al momento non sono note le sedi in questione, benché sia chiaro che esse saranno chiuse al pubblico, e riservate esclusivamente al personale necessario per il corretto svolgimento dei match. Plausibile credere che verrà data priorità a zone a più alta densità, ovvero a quelle in cui risiedono più atleti e personale. In questo senso, il noto commentatore italiano di wrestling Michele Posa, tramite i propri canali social, ha avanzato la possibilità che una di queste sedi sia la California.

 

Ancora da capire, invece, quale sarà la card completa di WrestleMania 36. La maggior parte dei match è già stata definita. Sabato 4 aprile potrebbero esserci Drew McIntyre contro Brock Lesnar per il titolo WWE, Charlotte Flair contro Rhea Ripley per il titolo femminile di NXT, The Undertaker contro AJ Styles (con il becchino che potrebbe tornare a vestire i panni dell’American Bad Ass, magari in un match a stipulazione speciale), e Kevin Owens contro Seth Rollins. Domenica 5 aprile, invece, potrebbero esserci Roman Reigns contro Goldberg per lo Universal Championship, Shayna Baszler contro Becky Lynch per il titolo femminile di RAW, e John Cena contro “The Fiend” Bray Wyatt.

 

Rimangono in bilico i match per il titolo femminile di SmackDown (dove si prevede che la sfidante di Bayley sarà una tra Sasha Banks e la possibile rientrante Paige), quello Intercontinentale e quello degli Stati Uniti. Quasi certo che ci sarà anche un incontro tra Edge e Randy Orton, per il quale si attende solo l’ufficialità. In bilico le battle royal maschile e femminile, così come tag team match per i titoli di coppia: la WWE potrebbe trovarsi costretta a sacrificarle per via del divieto di assembramento di troppe persone.

Add Comment