Serie A, chi vincerà lo Scudetto con sospensione del campionato?

Da oramai diverse settimane a questa parte, l’ Italia si trova costretta a fornire domicilio a un ospite decisamente indesiderato. Il coronavirus ha generato un’emergenza a dir poco straordinaria, come raramente se ne erano viste nel Belpaese. Le partite di ritorno delle semifinali di Coppa Italia sono state rinviate a data da destinarsi, mentre la Serie A deve ancora recuperare diverse gare della venticinquesima giornata. Tuttavia, proprio poche ore più tardi rispetto alla grande vittoria della Juventus ai danni dell’ Inter, si profila sempre di più un’ipotesi impensabile fino ad alcuni giorni fa, ma che adesso sembra essere concreta se non addirittura inevitabile: la totale sospensione del campionato, per meglio adeguarsi alle normative espresse dal Governo e al comune buon senso.

 

Serie AEventualità che nessuno avrebbe mai sperato potesse verificarsi, e che invece potrebbe rivelarsi necessaria proprio nella fase cruciale della stagione. D’altro canto, la Serie A iniziava a entrare nelle sue battute finali, al punto che in vetta alla classifica, con il progressivo calo dell’ Inter, la lotta in ottica Scudetto pareva essersi limitata solamente a Juventus e Lazio. E allora, ci si trova dinanzi a un vero e proprio dilemma: cosa accadrebbe nel caso in cui il torneo dovesse essere sospeso in maniera definitiva? A chi verrebbe assegnato quel titolo che, negli ultimi otto anni, è stato appannaggio della formazione bianconera?

 

Al momento è difficilissimo stabilire con certezza quello che accadrà, anche perché il regolamento non prevede situazioni del genere. Nel caso in cui non potesse più essere possibile terminare il campionato corrente, la Lega della Serie A dovrebbe indire una riunione ad hoc, per decidere il da farsi. Un’ipotesi è che venga presa per buona la classifica all’ultima giornata in cui siano state disputate tutte le partite, ossia la ventiquattresima: in quel caso, sarebbe la Juventus a fregiarsi del tricolore per la nona volta consecutiva. Non è però da escludere che si decida di non assegnare il titolo, stabilendo solamente le squadre qualificate per i prossimi tornei continentali (unico obbligo effettivamente richiesto dalla UEFA per Europa League e Champions League).

Add Comment