Serie A, classifiche a confronto: chi meglio e chi peggio dello scorso anno?

Mancano oramai appena pochi giorni all’inizio della sedicesima giornata del campionato di Serie A, che ci avvicinerà ancora di più al giro di boa della stagione. Un torneo che, in virtù del derby d’Italia conquistato dalla Juventus, sembra essere ancora una volta indirizzato verso Torino. La Vecchia Signora, peraltro, a corollario di un cammino monstre, ha centrato l’ennesimo record, quello di miglior inizio di sempre, nelle prime 15 giornate, dei cinque maggiori campionati europei nell’era dei tre punti: 43 punti conquistati sui 45 disponibili, primato del Paris Saint Germain, del Barcellona e del Manchester City eguagliato.

 

Serie ALa Juventus, d’altronde, vanta 6 punti in più rispetto allo stesso periodo della scorsa stagione di Serie A: alla quindicesima giornata, nell’anno passato, aveva messo insieme 37 punti, ed era terza in classifica. Ma per quanto riguarda le altre squadre, che cosa è cambiato nello specifico? Chi ha fatto meglio, e chi peggio?

 

Inter e Napoli, diversamente dalla Vecchia Signora, sono invece in perdita. Nella stagione di Serie A 2017-2018 i nerazzurri erano primi, con 39 punti, e pertanto sono in ritardo di ben 10 lunghezze. Il Napoli era invece secondo (posizione dunque mantenuta) a quota 38: al momento ha 35 punti, e dunque ne ha persi 3.

 

Il disastro vero, tuttavia, è quello della Roma: i giallorossi sono settimi in classifica, ex aequo con Atalanta, Sassuolo e Parma. Nella scorsa annata era quarta con la Lazio, a quota 35: la differenza, quindi, è di ben 14 punti. Discorso analogo, quindi, per i biancocelesti, che adesso hanno 25 punti, e che dunque ne hanno persi addirittura 10. A perdere di più è il Chievo Verona: 20 punti nella passata stagione, 3 adesso (considerando però la penalizzazione): 17 punti in meno. In negativo anche il Bologna, che scivola dai 21 punti dell’anno scorso agli 11 attuali (-10 e piena zona retrocessione) e la Sampdoria, che passa da 27 punti a 20, un ritardo di -7.

 

Numeri positivi invece per il Milan, che passa da 21 punti (settima posizione) a 26 (quarta). Grande balzo, in questa Serie A, anche per il Sassuolo: da 11 punti a 21, e dunque un ottimo +10: è la squadra che è migliorata di più. Punti importanti, in ottica retrocessione, per lo Spal: da 10 punti a 15, un +5 che permette di restar fuori dalle zone roventi.

Add Comment