Serie A, quanti addii dolorosi: Donnarumma e gli altri, chi è andato

L’ultima settimana del mese di luglio è pronta a scatenare un effetto domino sulla Serie A, che fino a questo momento non è stata particolarmente attiva sul mercato in entrata. Anzi, la crisi economica deflagrata con il covid ha accentuato una disparità già piuttosto evidente, nelle scorse stagioni, tra i club del nostro campionato e quelli internazionali. Sono stati pochi i colpi effettuati fin qui, molto più dolorosi invece gli addii. Il più altisonante porta al nome di Gianluigi Donnarumma, fresco vincitore di Euro 2020 del quale, peraltro, è stato eletto miglior giocatore in assoluto. L’ex portierone del Milan, già considerato tra i migliori numeri uno del pianeta, ha accettato la ricchissima corte del Paris Saint Germain: in Francia Donnarumma guadagnerà circa 12 milioni a stagione.

 

Serie AAnche l’altra squadra meneghina ha salutato uno dei propri protagonisti: dopo un solo anno Hakimi si è congedato dalla Serie A per sposare anch’egli il progetto dei facoltosi sceicchi alla guida di Parigi. L’esterno marocchino si era rivelato come uno dei migliori esterni destri della Serie A, emergendo come una delle più importanti risorse a disposizione di Antonio Conte. La necessità dell’ Inter di far cassa, per non incorrere nuovamente nei guai del fair play finanziario, ha portato all’inevitabile cessione: i nerazzurri hanno così incamerato poco più di 60 milioni di euro, ripristinando i conti in rosso.

 

Serie A che perde anche il talento cristallino di Rodrigo De Paul, “tuttocampista” esploso all’Udinese e ormai punto fermo dell’ Argentina vincitrice della Copa America. Impiegato in tutti i ruoli della mediana, la realtà friulana andava ormai troppo stretta a un giocatore che, nel pieno della propria maturità, ambiva giustamente ai migliori palcoscenici internazionali. Nonostante l’interesse più o meno dichiarato di alcuni top club nostrani, nessuno aveva mai tentato un reale affondo per rilevarne le prestazioni. Alla fine è piombato l’Atletico Madrid di Simeone, che con 35 milioni ha convinto la famiglia Pozzo.

Add Comment