Roma, ecco la guida: inizia l’era di Eusebio Di Francesco

La sessione estiva di calciomercato, che per la verità deve ancora cominciare in maniera ufficiale, sarà particolarmente importante non soltanto relativamente alle rose dei vari club, ma anche per quel che concerne la loro guida. Quando, infatti, siamo appena giunti alla metà del mese di giugno, abbiamo avuto modo di vedere come, innanzitutto, diverse trattative abbiano riguardato in particolar modo gli allenatori. La Juventus, per esempio, pochi giorni fa ha confermato Massimiliano Allegri con un ricco ritocco dell’ingaggio. Diversamente è andata per altre due big della Serie A, l’ Inter e la Roma. Per assurdo, il club neroazzurro, silurato Pioli, ha rilevato sulla propria panchina proprio Luciano Spalletti, ex tecnico dei giallorossi. Il club capitolino, invece, ha appena annunciato Eusebio Di Francesco.

 

Eusebio Di FrancescoD’altronde, c’è da dire che quello tra la Roma e Di Francesco è stato un amore da sempre corrisposto. L’allenatore, da questo punto di vista, non ha mai nascosto il desiderio di poter allenare un giorno il club giallorosso, presso il quale, da giocatore, si espresse ai livelli massimi della propria carriera: 129 presenze in totale tra il 1997 ed il 2001 in tutte le competizioni, con un discreto bottino di 16 marcature. E, soprattutto, la chiamata della Nazionale Italiana proprio in quel periodo, con 13 apparizioni ed un gol, peraltro prestigioso, in una amichevole tra gli Azzurri ed una selezione di stelle mondiali.

 

Da allenatore, Eusebio Di Francesco in queste ultime stagioni si è consacrato alla guida del Sassuolo: presso il club emiliano, il tecnico ha vinto un campionato di Serie B nella stagione 2012-2013, e, soprattutto, lo scorso anno ha raggiunto un incredibile sesto posto, clamorosamente valso una storica qualificazione ai preliminari di Europa League.

 

Insomma, il candidato ideale per la Roma, che tra poche ore lo presenterà in maniera ufficiale tramite una conferenza stampa. Il Sassuolo, intanto, tramite un tweet, ha tenuto a ringraziare l’ormai ex tecnico, per il lavoro svolto negli ultimi cinque anni.

Add Comment