Roma, goodbye Dzeko: il bosniaco alla corte del Chelsea

Siamo giunti alle battute conclusive di questa sessione invernale di calciomercato, che, in casa Roma, è stata vissuta con una certa ansia. Se, infatti, in un primo tempo si era parlato della clamorosa cessione di Radja Nainggolan in Cina, ipotesi, quest’ultima, peraltro non ancora tramontata del tutto, adesso manca praticamente solo l’ufficialità per l’addio di Emerson Palmieri e, soprattutto, di Edin Dzeko.

 

DzekoUn vero e proprio smacco per i tifosi della Roma, che, in un momento di crisi di risultati della compagine giallorossa, in un periodo delicatissimo della stagione, e con gli ottavi di Champions ancora da disputare, stanno per dire addio ad uno dei loro giocatori principe: quel Dzeko che, soltanto nella scorsa stagione, si era laureato capocannoniere del campionato italiano, con 29 reti messe a segno in 37 presenze.

 

Una partenza a dir poco impronosticabile, soprattutto alcuni mesi fa, quando, proprio contro il Chelsea, durante la fase a gironi della Champions League, Dzeko aveva offerto forse le proprie migliori prestazioni in giallorosso. Ma la Roma, nel frattempo, in campionato è calata, i bilanci hanno palesato un’immediata necessità di sanamento, e anche Antonio Conte, in Premier League, finora non se la passava proprio benissimo.

 

Da qui la necessità di tutte le parti di venirsi incontro, con l’attaccante bosniaco che, dopo qualche perplessità, ha infine dato l’ok per il trasferimento. Fra poche ore, pertanto, salvo clamorosi ripensamenti, Dzeko diverrà un nuovo giocatore del Chelsea, firmando un contratto da 8 milioni a stagione. Nelle casse della Roma dovrebbero andare circa 30 milioni di euro più altri 5 legati ai bonus.

 

Numeri simili anche per Emerson Palmieri: il terzino ha già accettato da tempo la corte di Antonio Conte, e la sua cessione farà entrare in tasca del club giallorosso altri 20 milioni di euro, più 5 legati ai vari bonus. Liquidità importante, sicuramente: ma anche un progetto tecnico che vacilla sempre di più, in un momento cruciale della stagione.

Add Comment