Nell’occhio del ciclone rossonero: Bonucci, il leader decaduto

Se il buongiorno si vede dal mattino, quello che sta vivendo attualmente Leonardo Bonucci potrebbe essere il vero e proprio annus horribilis della sua intera carriera. Massacrato dai tifosi milanisti, deriso da quelli delle altre squadre del campionato, e spesso e volentieri bocciato anche dalla stampa specializzata (per questioni di fantacalcio e non solo), il neocapitano rossonero sta attraversando un pessimo momento, un po’ come sta accadendo a tutto l’ambiente.

 

Leonardo BonucciAl contrario dei proclami fatti nella scorsa estate, quando il Milan, in fase di calciomercato, spese oltre 200 milioni di euro per tornare subito competitivo, ogni entusiasmo pare essersi adesso diradato. E, inevitabilmente, a finire nell’occhio del ciclone è proprio il capitano rossonero, Leonardo Bonucci, individuato come uno dei maggiori responsabili di questa incredibile debacle.

 

Fa specie, in effetti, andare a guardare la situazione di classifica del Milan: nono ex aequo con Torino e Fiorentina, il club rossonero ha totalizzato appena 13 punti nelle prime 9 giornate di campionato, per una media di appena 1,4 punti a partita. Uno score addirittura peggiore rispetto allo scorso campionato, allorché, nello stesso parziale, il Milan portò a casa 19 punti sui 27 disponibili.

 

Un’immagine che, simbolicamente, viene rappresentata egregiamente dall’espulsione rimediata da Bonucci nell’ultimo match di campionato contro il Genoa, che ha costretto il capitano rossonero ad abbandonare i compagni con praticamente ancora 70 minuti di partita da giocare. E, per la prima volta da questo inizio di stagione, l’ex difensore della Juventus non ha postato nulla sul proprio profilo di Facebook: un silenzio che fa rumore, per un giocatore che finora era stato parecchio social.

 

Stando ad ulteriori voci diffuse da La Gazzetta dello Sport, inoltre, sembra che Bonucci, dopo la sconfitta rimediata contro la Sampdoria qualche settimana fa, avesse riconsegnato la fascia di capitano allo spogliatoio, affermando che, se il problema era lui, sarebbe stato pronto a mollare il comando. Gli altri giocatori rossoneri, che non l’hanno mai visto di buon occhio, gli avrebbero comunque riconsegnato la fascia, ma alla luce degli ultimi avvenimenti non è assurdo ipotizzare che Bonucci potrebbe essere davvero degradato da questo onere e onore.

Add Comment