Milan in testa con Leao, Danilo salva la Juve a Bergamo

Come cambia una stagione in pochi giorni. Quella di Inter e Milan ne ha impiegato giusto una manciata per riscrivere le sorti di un campionato che sembrava ormai chiuso. Il doppio passo falso dei nerazzurri – coi cugini nel derby prima, col Napoli al Maradona poi – ha di fatto riaperto la volata Scudetto, allargatasi talmente tanto da permette il rientro addirittura del Napoli di Spalletti.

 

MilanUn successo nel recupero contro il Bologna naturalmente permetterebbe all’ Inter di riappropriarsi della vetta della classifica, ma anche in quel caso il vantaggio non sarebbe così consistente da ipotecare il titolo: potenzialmente Simone Inzaghi potrebbe andare a 57 punti, appena 2 in più del Milan e con ancora 13 gare da disputare. Senza contare che i nerazzurri dovranno fare i conti anche con l’impegno in Champions League e con la deriva di energie, fisiche e psicologiche, che esso comporta. I rossoneri, insomma, possono godersi la vetta della classifica per qualche sera, accarezzando anche l’idea di poter salutare Ibra a fine stagione: con un Leao così, sempre più decisivo e incontenibile, Pioli può veramente sognare.

 

Lo stesso non si può dire di una Juventus che a Bergamo rischia la débâcle, salvo poi riuscire a strappare il pareggio nel recupero grazie a un’inzuccata di Danilo. E dire che i bianconeri, pur se ancora non ottimamente coordinati, disputano una delle gare più propositive della loro stagione. Il Gewiss Stadium è teatro di una sfida particolarmente avvincente, in cui tanto l’Atalanta quanto la Vecchia Signora non si risparmiano dando fondo a riserve di energie estranee al nostro calcio.

 

I ritmi restano alti per praticamente tutti i 90 minuti, Sportiello e Szczesny sono chiamati a compiere numerosi interventi, e la prima a passare è la banda di Gasperini con una micidiale bordata di Malinovskyi: splendida la punizione a due trasformata dal fantasista ucraino, dopo il primo tocco di Freuler. La Juventus rischia il crollo, Hateboer colpisce una traversa ma Danilo sul finale coglie l’ormai insperato 1 – 1. La Juventus conserva il quarto posto con 2 punti di vantaggio sull’Atalanta, che però ha ancora una gara da recuperare.

Add Comment