Milan, niente miracoli: l’Arsenal ai quarti di finale di Europa League

Non è riuscita alla fine l’impresa al Milan, che, costretto a battere l’Arsenal con almeno tre gol di scarto per staccare il pass per i quarti di finale di Europa League, è stato anzi sconfitto dal club inglese anche nel match di ritorno. Una gara che, si sa, è sempre difficile all’Emirates Stadium: a maggior ragione se episodi e decisioni arbitrali sono sfavorevoli.

 

MilanEppure le cose si erano messe decisamente in discesa, per il Milan. I rossoneri, scesi in campo con un 4-4-2 piuttosto atipico, e con un’inedita accoppiata offensiva composta da Cutrone e André Silva, fanno vedere i sorci verdi ai più quotati avversari inglesi, facendoli soffrire a più riprese. Al minuto 35, arriva persino la marcatura del vantaggio, che riaccende le speranze della banda di Gattuso: Calhanoglu riceve palla all’altezza della trequarti, scarica un destro maligno e la traiettoria inganna Ospina, con il pallone che si insacca in rete.

 

Il Milan, però, non ha neppure il tempo di crederci, e quattro giri di orologio più tardi giunge la marcatura del pareggio. Le modalità, tuttavia, sono quantomeno rivedibili: Welbeck entra in area, elude la marcatura di Ricardo Rodriguez, che lo sfiora appena con il braccio, e va giù. Dopo alcuni secondi di conciliabolo, è il giudice di porta a convincere l’arbitro per l’assegnazione di un rigore discutibile. Dopo le vibranti proteste dei rossoneri, è lo stesso Welbeck a spiazzare Donnarumma dal dischetto.

 

Da lì qualcosa si spezza per il Milan, e nel secondo tempo avviene il tracollo. Al 71°, complice una mezza papera di Donnarumma, è Xhaka a firmare il sorpasso: sinistro dalla distanza, il portiere rossonero respinge malamente e il pallone, preso uno strano giro, rotola dentro la porta dal lato opposto. Il Milan non ne ha più, e all’86° arriva anche la pietra tombale: Wilshere mette un bel pallone in area, Ramsey costringe Donnarumma a un grande intervento, ma Welbeck con il tap-in successivo firma il definitivo 3 – 1. Rossoneri fuori, Arsenal ai quarti.

Add Comment