Milan & Inter, premiata ditta di calciomercato: ecco Keita e Bakayoko

A pochi giorni dall’inizio ufficiale della nuova stagione di Serie A, e quindi dalla conclusione della sessione estiva di mercato in Italia, la Milano calcistica torna ad essere grande protagonista. Inter e Milan, dopo alcune annate molto complicate, sembrano finalmente pronte a lanciare l’assalto alla leadership della Juventus, grazie proprio ai movimenti eseguiti in queste settimane. E, proprio in questo inizio di settimana, arrivano gli ultimi botti dei due club: Keita Baldé e Tiémoué Bakayoko.

 

Keita BaldéL’ Inter, dopo la Vecchia Signora, è stata probabilmente la grande regina di questa sessione estiva di calciomercato. La società nerazzurra, effettivamente, in questi due mesi è riuscita a potenziare notevolmente ogni reparto della propria rosa: in difesa sono stati sistemati gli esterni, grazie agli innesti di Vrsaljko e Asamoah, ma soprattutto è stato prelevato De Vrij a parametro zero. Il gran colpo, inevitabilmente, è stato quello della metà campo, con l’acquisto di Nainggolan dalla Roma. Infine, rivoluzionato l’attacco: ecco Politano, Lautaro Martinez e, infine, proprio Keita. L’ex laziale, attualmente in forza al Monaco, arriva al club nerazzurro con la formula del prestito oneroso a 5 milioni di euro, con diritto di riscatto fissato a 34 milioni di euro.

 

All’acquisto di Keita, il Milan, che ha animato le battute conclusive di questa sessione estiva di calciomercato, ha risposto con gli innesti di Higuain, Caldara, Reina e, infine, di Bakayoko. Il mediano transalpino, che era oramai in rotta con il Chelsea, va a rinforzare il centrocampo rossonero, offrendo al tecnico Gattuso un’alternativa di grande potenza fisica. Anche in questo caso, considerando anche gli arcinoti problemi circa il fair play finanziario, la formula sarà quella del prestito oneroso con diritto di riscatto. Il club inglese, in questa sessione, riceverà un assegno da 5 milioni di euro, mentre nella prossima estate, in caso di acquisto a titolo definitivo, avrà un bonifico di altri 35 milioni di euro.

Add Comment