Milan, eccoti il gigante a centrocampo: Bakayoko è molto vicino

Si è acceso solamente nel corso di queste ultime settimane il calciomercato del Milan, dopo il cataclisma societario e l’ennesima rifondazione che sa di rivoluzione. La doppia nomina Leonardo – Maldini, poi gli arrivi di Caldara e Higuain con conseguente partenza del capitano, Leonardo Bonucci, rispedito alla Juventus. La casa rossonera ha vissuto un mese di fuoco, nel bene e nel male, e adesso sta ponendo le basi per la squadra che affronterà l’imminente stagione calcistica. Se, da un lato, rimane vivo il sogno Sergej Milinkovic-Savic, difficilmente raggiungibile, dall’altro, invece, l’arrivo di un altro centrocampista rimane molto più concreto: si tratta di Bakayoko, oramai in uscita dal Chelsea.

 

BakayokoTiémoué Bakayoko compirà 24 anni solamente il prossimo 17 agosto, e la sua breve carriera, fino a questo momento, ha vissuto periodi tra luci e ombre. La consacrazione è avvenuta al Monaco, soprattutto durante la stagione 2016-2017: autore di un’annata straordinaria, culminata con la conquista del campionato francese, Bakayoko era stato anche uno degli eroi della galoppata europea del club transalpino, capace di raggiungere addirittura la semifinale di Champions League. Non a caso, alla fine, il giocatore venne inserito nella rosa dei migliori elementi del torneo internazionale, insieme al compagno di squadra Mbappé.

 

Attiratosi le attenzioni della maggior parte dei club del Vecchio Continente, alla fine la corsa era stata vinta dal Chelsea di Antonio Conte, ove però la carriera di Bakayoko si è arenata. Venticinque presenze in Premier League, un feeling mai decollato in Inghilterra, e la sensazione che i 40 milioni di euro necessari per acquisirne le prestazioni sportive fossero stati investiti piuttosto male.

 

Adesso, Bakayoko è a caccia di un riscatto, e il Milan pare essere ad un passo dall’offrirglielo. La formula è sempre la stessa, un prestito oneroso con diritto di riscatto. Presumibilmente, il ragazzo verrebbe posto a giganteggiare e a far legna nel centrocampo rossonero, con i suoi 189 centimetri di altezza, lasciando a Kessié e a Biglia l’onere di impostare e costruire il gioco.

Add Comment