Messi, è Pallone d’Oro tra le polemiche: Lewa secondo, Jorgi terzo

Seguendo un canovaccio già ampiamente pronosticato, Leo Messi vince il Pallone d’Oro 2021. Le probabilità della Pulce erano accreditate già dalla conquista della scorsa Copa America, quando, scrollandosi di dosso l’ingombrante spettro di Maradona, aveva finalmente trascinato l’Argentina facendo suo il primo trofeo con la casacca della Seleccion. Una decisione, a giudicare dalla classifica finale del premio assegnato da France Football, giunta per uno scarto minimo di voti, e che ha creato inevitabili polemiche: il secondo posto di Robert Lewandowski, secondo molti depauperato del titolo dopo la mancata assegnazione – causa covid – dello scorso Pallone d’Oro, sa di beffa.

 

Argentina MessiSono 580 le preferenze incamerate dal polacco, costretto ad accontentarsi della piazza d’onore: a Messi sono bastati appena 33 voti in più per vincere. È una lista che, ad ogni modo, parla italiano e non potrebbe essere altrimenti dopo il trionfo nell’itinerante Campionato Europeo. Il primo degli Azzurri è Jorginho, che chiude il podio con 460 punti: anche qui non certo una sorpresa, dal momento che il regista oriundo aveva fatto sua anche la Champions League con il Chelsea. L’altro italiano presente nella top ten è Gigio Donnarumma, piazzatosi al decimo posto nonché vincitore del premio Yashin come miglior portiere dell’anno.

 

Chiellini e Bonucci conquistano rispettivamente la tredicesima e la quattordicesima posizione. L’interista Barella è 26°. Appena sesto l’ex Juve Cristiano Ronaldo, preceduto dai francesi Benzema e Kanté. Settimo Salah, ottavo De Bruyne, nono Mbappé. Tracollo per Neymar, reduce da un’annata non certo brillante: il brasiliano si piazza al 16° posto, dietro anche ai vari Haland (11°), Lukaku (12°) e Sterling (15°). Il trofeo Kopa al miglior giovane va a Pedri del Barcellona. Gli altri due premi maschili istituiti, per il miglior goleador e il miglior club dell’anno, vanno rispettivamente a Lewandowski e al Chelsea. Il Pallone d’Oro femminile viene invece sollevato da Alexia Putellas, reduce da una grande stagione con il Barcellona.

Add Comment