Mario Mandzukic oramai ad un passo dal Manchester United

Mancano oramai pochi giorni alla chiusura della finestra estiva di calciomercato in Inghilterra, e, comprensibilmente, numerose società della Premier League stanno cercando di definire le ultimissime trattative per rinforzarsi. Uno degli assi più caldi di questo frangente, inevitabilmente, è quello che collega Torino e Manchester. Sulla sponda City, continua a tener banco il sempre più concreto scambio tra Cancelo e Danilo (più un sostanzioso conguaglio economico in favore della Juventus), che dovrebbe andare in porto senza ulteriori intoppi. Ma è con lo United che i bianconeri stanno realizzando le operazioni più variegate. Lo scambio tra Paulo Dybala e Romelu Lukaku sembra oramai destinato a saltare definitivamente, soprattutto a causa delle titubanze dell’attaccante argentino. Dopo aver detto addio a Moise Kean, allora, la Vecchia Signora ha deciso di rinunciare ad un altro giocatore offensivo: l’ariete croato Mario Mandzukic.

 

Mario Mandzukic Manchester UnitedMario Mandzukic è approdato alla corte della Juventus nell’estate del 2015, e, nel corso della sua permanenza all’ombra della Mole, è emerso come uno degli elementi di maggior affidabilità di Massimiliano Allegri. Il nuovo allenatore della Juventus, tuttavia, non stravede per le sue qualità, e l’età oramai avanzata (il giocatore ha già compiuto 33 anni e sembra in fase calante) avrebbe convinto Paratici e soci della bontà della cessione.

 

L’accordo fra tutte le parti pare essere oramai stato trovato: Mario Mandzukic, al Manchester United, dovrebbe firmare un contratto triennale da 6,5 milioni di euro a stagione. La Juventus dovrebbe invece percepire un assegno pari al valore dell’attaccante croato, che al momento si aggira tra i 15 e i 20 milioni di euro. La trattativa dovrebbe essere slegata da quella riguardante il presunto scambio tra Dybala e Lukaku (con Mandzukic che, in questo senso, sarebbe già stato individuato proprio come l’erede della punta belga): insomma, si farà a prescindere. Ma serve un’accelerata, perché la sessione estiva di mercato in Premier si chiuderà solamente tra poche ore.

Add Comment