La Lazio cade, corsa apertissima per il terzo e il quarto posto

Si è conclusa anche la ventitreesima giornata del campionato di calcio di Serie A, che non ha mancato di riservare delle emozioni sicuramente importanti, e su diversi fronti. Era un turno, sulla carta, caratterizzato da alcune sfide apparentemente scontate, tra le cosiddette big e alcune delle compagini a ridosso della zona retrocessione. Se, tuttavia, il Napoli e la Juventus hanno vinto nettamente le rispettive gare contro Benevento e Sassuolo, mentre la Roma, pur arrancando contro il Verona, ha raggiunto lo stesso risultato, meno edificanti sono state le prestazioni dell’ Inter e della Lazio. I nerazzurri sono stati frenati dall’ennesimo pareggio, stavolta contro il Crotone, mentre i biancocelesti, clamorosamente, sono stati sconfitti tra le mura amiche dell’Olimpico dal Genoa.

 

Immobile lazioLa sconfitta della Lazio, concretizzatasi pochi minuti fa, in tal senso accende ancora di più la corsa che sta animandosi alle spalle di Napoli e Juventus, oramai alienatesi in un discorso in un mondo tutto loro, e che prevede come obiettivo lo Scudetto. Il terzo e il quarto posto della classifica, infatti, garantiranno l’accesso alla prossima edizione della Champions League: ma, come il noto gioco delle sedie, i piazzamenti sono limitati, e perciò una tra Lazio, Inter e Roma rimarrà fuori.

 

Difficile, adesso, riuscire a capire chi alla fine riuscirà a spuntarla da questa sfida nella sfida, e chi, invece, sarà costretto ad alzare bandiera bianca. L’ Inter, dopo una partenza a razzo, sta attraversando una grave crisi che dura da ormai più di due mesi, e che ha portato ad appena sei punti nelle ultime otto gare, una vera e propria miseria. La stessa Roma è stata fino a questo momento caratterizzata da una certa incostanza, mentre la Lazio, che pure pareva essere quella più in forma, oltre che quella più attrezzata, nelle ultime uscite è stata messa di fronte ad alcuni limiti piuttosto spiazzanti. Due poltrone per tre insomma, parafrasando il celebre film natalizio: chi la spunterà?

Add Comment