Keita Baldé a un passo, quante soluzioni offensive per l’ Inter!

L’ennesima, clamorosa bomba di mercato è esplosa solamente alcune ore fa, e, ancora una volta, riguarda una delle squadre più attive in assoluto in questa pirotecnica e folle sessione estiva. L’ultimo aggettivo non è stato utilizzato a caso, poiché vede protagonista, nuovamente, la “pazza” Inter. La società nerazzurra, in effetti, è stata autrice di un mercato da strabuzzarsi gli occhi, rinforzando in modo esponenziale tutti i reparti della rosa: con Vrsaljko e Asamoah sono stati finalmente trovati due ottimi esterni difensivi, mentre De Vrij, fra i migliori centrali della scorsa stagione, puntella una retroguardia che poteva già contare su Skriniar e Miranda. A centrocampo, il gran colpo dell’ Inter: quel Radja Nainggolan che già nelle scorse stagioni era stato inseguito a lungo. Infine, il reparto offensivo, a dir poco stravolto: dopo gli arrivi di Lautaro Martinez e di Matteo Politano, infatti, sarebbe ad un passo l’innesto di Keita Baldé, direttamente dal Monaco.

 

Keita BaldéKeita Baldé è già noto in Italia, per i suoi trascorsi, dal 2013 al 2017, con la casacca biancoceleste della Lazio. La giovane ala, di nazionalità senegalese, rappresenterebbe un’ulteriore, straordinaria risorsa per l’avanguardia nerazzurra, con Luciano Spalletti che, qualora dovesse giungere l’ufficialità, potrebbe far ricorso a numerose soluzioni tattiche.

 

Se, in effetti, il tecnico nerazzurro, come sembra, dovesse preferire il 4-2-3-1, allora Nainggolan verrebbe piazzato sulla trequarti, mentre sulle corsie esterne agirebbero Perisic e lo stesso Keita (con Politano, presumibilmente, come prima alternativa, dando per scontato l’addio di Candreva). Maurito Icardi, il capitano, sarebbe ovviamente la punta di diamante di questo reparto, con Lautaro Martinez a fargli da riserva di lusso.

 

Ma l’arrivo di Keita spalancherebbe le porte ad altri moduli e ad altre idee: in un 4-3-3, Nainggolan verrebbe arretrato a centrocampo, mentre il senegalese e Perisic agirebbero in zone più avanzate, in supporto di Icardi. Eventualmente, Keita potrebbe giocare anche da esterno in un centrocampo a cinque o a quattro, qualora Spalletti decidesse di schierare Icardi e Martinez contemporaneamente.

Add Comment