Juventus, svolta clamorosa: stasera arriva Alvaro Morata

Tra Luis Suarez e Edin Dzeko la spunta… Alvaro Morata. Sarà lo spagnolo, peraltro un grande ex, il “nuovo” numero 9 della Juventus. Andrea Pirlo non avrà la punta della Roma, ma sarà comunque accontentato con il tanto richiesto centravanti. Un blitz velocissimo quello dei dirigenti bianconeri, agevolato dall’avvicinamento tra Suarez e l’Atletico Madrid ma soprattutto indispettito dal braccio di ferro tra Roma e Napoli: dalle parti di Vinovo si parla di un Paratici letteralmente inferocito per il tira e molla tra De Laurentiis e i giallorossi, che ha bloccato il trasferimento di Dzeko a Torino costringendo la Vecchia Signora ad affrontare l’esordio in campionato senza attaccanti di ruolo. E così, dopo l’ultimatum lanciato ai capitolini, i bianconeri si sono gettati con forza su Morata, raggiungendo l’intesa con il giocatore e con l’Atletico nel giro di poche ore.

 

JuventusCon il passaggio dato per imminente di Suarez alla corte di Simeone, i colchoneros avrebbero di fatto marginalizzato Morata dal loro progetto tecnico. E l’attaccante spagnolo, che alla Juventus ha trascorso le due migliori stagioni della sua carriera, non ha mai nascosto il proprio gradimento ad un ritorno a Torino. Una situazione fertile fra tutte le parti, giunta ad un facile accordo anche in virtù dei buoni rapporti tra le società. L’arrivo di Morata a Caselle è previsto già per questa sera intorno alle ore 22:00, mentre le visite mediche di rito saranno affrontate domani in mattinata. Dopodiché si metterà nero su bianco sull’accordo di cui si è tanto parlato nelle scorse ore: lo spagnolo arriva con la formula del prestito oneroso a 10 milioni di euro (e diritto di riscatto a 45 milioni), con opzione di ulteriore rinnovo di prestito per una stagione per altri 10 milioni (e diritto di riscatto a 35 milioni). Un affare complessivo da 55 milioni, che permetterebbe all’Atletico di non fare una minusvalenza, e alla Juventus di avere una punta centrale peraltro piuttosto giovane. Lasciando a Napoli e Roma un contenzioso che rischia di generare un notevole imbarazzo.

Add Comment