Juventus, è sempre più storia: i bianconeri vincono il nono Scudetto

Dopo il brutto stop di Udine, l’ennesimo di un periodo caratterizzato più da ombre che da luci, la Juventus non fallisce il secondo match point e conquista il suo nono Scudetto consecutivo. Un’impresa, quella bianconera, segnata profondamente dall’emergenza coronavirus, che aveva bloccato il campionato per ben tre mesi. Dopo il lockdown la Vecchia Signora ha in qualche modo certificato la propria superiorità, specialmente su avversari che più volte sono inciampati sulla strada tricolore: nonostante le difficoltà che la banda di Sarri ha incontrato durante il cammino, né l’ Inter, né l’ Atalanta, né soprattutto quella Lazio inarrestabile prima della pandemia, sono riuscite ad approfittarne per interrompere la streak bianconera.

 

JuventusL’ultimo scoglio da superare per la Juventus era la Sampdoria, giunta a Torino con la salvezza acquisita ma ciononostante capace di impensierire la porta di Szczesny a più riprese. Nel primo tempo i bianconeri faticano molto, ma colgono il vantaggio grazie al “solito” Cristiano Ronaldo: Pjanic è bravo a servire il portoghese da un calcio da fermo, e la sua conclusione dal limite si insacca alle spalle di Audero. Nella ripresa, dopo aver rischiato di subire il pareggio, la Juventus mette il turbo e certifica la vittoria della partita e del campionato. Un contropiede condotto da CR7 porta al gol di Bernardeschi grazie a un tap-in, e l’espulsione di Thorsby per somma di ammonizioni chiude i conti. Ronaldo fallisce un calcio di rigore, Higuain e Bonucci si divorano il 3 – 0 a porta quasi sguarnita. Ma al triplice fischio è comunque festa bianconera. Per la Juve è lo Scudetto numero 36 della sua storia, nove dei quali sono arrivati negli ultimi nove anni: un record incredibile, che l’anno prossimo i bianconeri cercheranno di migliorare ancora.

Add Comment