Juventus – Milan: Supercoppa Italiana, è quasi tutto pronto

Il 2019 è cominciato da poco, e, per quel che concerne il campionato di calcio di Serie A, sarà subito pronto a regalarci delle grandissime soddisfazioni. Effettivamente, pur se stiamo vivendo alcune settimane di pausa a seguito delle festività natalizie, il pensiero degli appassionati vola subito a quello che sarà il primo trofeo ufficiale della stagione. L’occasione sarà la Supercoppa Italiana, classica sfida che vedrà affrontarsi la Juventus e il Milan.

 

Dybala JuventusLa Supercoppa Italiana è una finale diretta riservata alla squadra vincitrice del Campionato e a quella che ha vinto la Coppa Italia. Negli ultimi quattro anni, la Juventus ha monopolizzato entrambe le competizioni, ritrovandosi così ad affrontare l’altra finalista del torneo minore. E così, ancora una volta, sarà appunto il Milan a lanciare la sfida ai bianconeri, nella speranza di ripetere l’exploit di Doha di due anni fa: allorché proprio i rossoneri, allora guidati da Vincenzo Montella, si imposero sugli uomini di Allegri ai calci di rigore.

 

La Juventus, recentemente, non ha avuto un buon ritorno dalla Supercoppa Italiana. La Vecchia Signora, infatti, ha perduto consecutivamente le ultime due edizioni: quella già citata del dicembre 2016 contro il Milan, e quella dell’agosto 2017 contro la Lazio. In vista di una seconda parte di stagione che potrebbe essere memorabile, con un triplete nel mirino, i bianconeri vogliono dunque cominciare ad abituarsi alle vittorie di prestigio, portandosi a casa un titolo che manca da Torino dall’agosto del 2015: l’ultima affermazione risale infatti ad allora, sempre sulla Lazio, con un netto 2 – 0.

 

La Supercoppa Italiana verrà assegnata il 16 gennaio, e la gara si terrà a Gedda, in Arabia Saudita, presso il King Abdullah Sports City Stadium. Nelle scorse ore è stato reso noto che ben 50.000 biglietti sono stati venduti, benché sia subito scoppiata l’annosa polemica sessista circa il popolo saudita, in quanto alcuni settori sono stati riservati esclusivamente agli uomini.

Add Comment