Juventus – Inter, tutto pronto per il big match a porte chiuse

Da oramai diversi giorni a questa parte l’Italia si ritrova in piena emergenza per via del coronavirus. L’epidemia, che al momento sembra essere stata circoscritta a un paio di focolai in particolare, sfortunatamente ha avuto degli effetti negativi non solamente per le ovvie implicazioni sulla salute, ma anche per fenomeni di costume e per svariati contesti. A scopo precauzionale è infatti stata preclusa la possibilità, in svariate regioni, che siano aperti al pubblico i luoghi dove possa verificarsi l’assembramento di più persone. Molte scuole e università sono state chiuse, così come musei, palestre e stadi. E così, il big match della ventiseiesima giornata di Serie A, il mitico derby d’Italia, verrà disputato in un clima surreale, con zero spettatori dal vivo: l’Allianz Stadium, teatro di Juventus – Inter, sarà a porte chiuse.

 

Sarri JuventusJuventus e Inter, insieme alla Lazio, sono le compagini maggiormente in lizza per la conquista dello Scudetto. I bianconeri detengono ininterrottamente il titolo da otto anni, e mai come in questa stagione aleggia seriamente la sensazione che possano non vincerlo. D’altronde, la squadra di Maurizio Sarri da diverse settimane a questa parte ha mostrato dei preoccupanti segni di cedimento: l’ultimo pochi giorni fa in quel di Lione, quando Cristiano Ronaldo e compagni sono stati sconfitti nella sfida di andata degli ottavi di finale di Champions League.

 

L’ Inter, invece, pur avendo conosciuto un po’ di alti e bassi nell’ultimo periodo, sta proponendo un tipo di gioco coerente e, poco alla volta, sta inserendo nel progetto anche diversi giocatori acquistati durante la sessione invernale di gennaio. Young è divenuto pressoché inamovibile per il grande ex della sfida, il tecnico Antonio Conte, mentre Christian Eriksen non sembra aver ancora scavalcato del tutto le gerarchie dell’allenatore nerazzurro. Chissà, però, che proprio contro la Juventus non possa arrivare la sua definitiva consacrazione, in vista di un’ultima parte di stagione che sarà a dir poco fondamentale.

Add Comment