Juventus, che crollo: allo Stadium è una passeggiata per la Fiorentina

Dopo la notizia che il big match contro il Napoli verrà rigiocato, con conseguente decurtazione dei 3 punti incassati a tavolino, un’altra batosta si abbatte in casa Juventus: nell’anticipo della quattordicesima giornata di Serie A, la Vecchia Signora viene fracassata fra le mura amiche dell’Allianz Stadium, con uno 0 – 3 che regala la prima gioia alla Fiorentina di Prandelli. Gara difficilissima per la compagine bianconera, fortemente condizionata dagli episodi oltre che da una prestazione evidentemente non all’altezza delle aspettative: basti pensare che solo pochi giorni fa Andrea Pirlo metteva in cascina la prova migliore della sua Juventus, uno 0 – 4 rifilato al Parma che sembrava la consacrazione della sua creatura.

 

de Ligt Juventus OlandaChe sarà una serata d’inferno per la Juventus lo si capisce già dopo tre minuti dal fischio d’inizio del signor La Penna: Ribery lancia in profondità per Vlahovic, la difesa bianconera è disattenta e il tocco sotto del serbo scavalca Szczesny. Al 18°, il momento che indirizza definitivamente l’inerzia della sfida: l’intervento con il piede a martello di Cuadrado su Castrovilli viene rivisto dal VAR, e sanzionato con un cartellino rosso. In inferiorità numerica e in svantaggio la Juventus sembra perdere ulteriori certezze, e nonostante alcune fiammate di Cristiano Ronaldo – cui viene annullato un gol per fuorigioco – non riesce a costruire delle occasioni vere e proprie.

 

Nel secondo tempo i bianconeri reclamano almeno due penalty (uno sul portoghese e un altro sul neoentrato Bernardeschi), ma a fare la partita e a chiuderla è la Fiorentina. Al 76° lo 0 – 2 una bella giocata di Biraghi propizia lo sfortunato autogol di Alex Sandro, beffato anche da una mancata chiusura difensiva di Bonucci. Il brasiliano ha forti responsabilità anche sul definitivo 0 – 3, firmato dal grande ex Martin Caceres: l’uruguaiano intercetta in anticipo un cross di Biraghi, scaraventando il pallone in rete per la terza volta. Juve che in virtù della sentenza sulla gara col Napoli “scende” a quota 24 punti in classifica. Si risolleva invece la Fiorentina, che sale a 14 punti.

Add Comment