Juventus, CR7 oltre la sofferenza: i bianconeri di Coppa stendono l’ Inter

Dopo la netta affermazione nerazzurra nella gara di campionato di poche settimane fa, c’era grande curiosità attorno all’ennesimo derby d’Italia tra Juventus e Inter. Al Beppe Meazza di San Siro, le due formazioni si affrontavano in occasione della gara di andata delle semifinali di Coppa Italia, approcciando la sfida con grandi aspettative. E, sovvertendo i pronostici della vigilia, a vincere sono stati i bianconeri guidati da Cristiano Ronaldo: è stato il portoghese a decidere l’inerzia della partita, con una doppietta che ricaccia indietro la crisi realizzativa del mese di gennaio, e per l’ennesima volta rilancia le ambizioni della Vecchia Signora in una stagione fin qui complicata.

 

Rabiot Juventus FranciaInter che si presenta in campo senza Hakimi e Lukaku, assenti per squalifica. La Juventus in extremis deve invece rinunciare ad Aaron Ramsey, oltre all’ormai lungodegente Dybala. L’approccio dei bianconeri è molle, e allora Lautaro Martinez affonda il colpo dopo appena 9 minuti: i nerazzurri ripartono in contropiede, il contrasto di de Ligt e compagni è inadeguato, e l’argentino, imbeccato da Barella, batte Buffon con un destro di prima intenzione. La Juventus prova a scuotersi dal torpore, e il pareggio viene propiziato, come al solito, da Cuadrado: il colombiano prende il tempo a Young, si fa stendere in area e il signor Calvarese, con l’ausilio del VAR, fischia il rigore. Sul dischetto si presenta Ronaldo, che con una bordata centrale supera Handanovic. Passano 9 minuti e il portoghese firma anche il raddoppio che, di fatto, suggella il risultato sull’1 – 2: Bastoni e Handanovic non si intendono, CR7 ruba la sfera al difensore nerazzurro e insacca a porta vuota.

 

Nel secondo tempo la Juventus perde vistosamente lucidità, e per almeno un paio di volte barcolla: al 57° Bentancur perde un pallone sciagurato, Sanchez libera il destro ma a ridosso della linea di porta Demiral compie un intervento prodigioso. Al 69° è Buffon a realizzare l’ennesima prodezza della sua carriera: Darmian è smarcatissimo in area, a pochi metri dalla porta lascia partire il sinistro ma il portierone bianconero riesce a respingere a lato. È l’ultima vera emozione della gara, che non concede più altre occasioni nonostante il giro palla dell’ Inter. Juve che in rimonta riesce quindi a espugnare San Siro, ponendosi in una condizione di grande vantaggio in vista della partita di ritorno.

Add Comment