Juventus e Atalanta, esordio in Champions tra dubbi e difficoltà

Concluso il terzo turno del campionato di Serie A, non c’è neanche il tempo di riposarsi che inizia già la stagione internazionale. Domani riapre infatti la Champions League, e anche Juventus, Atalanta, Inter e Milan cercheranno di dare la caccia al Chelsea campione d’Europa in carica. Ad aprire le danze per questa primissima tornata di partite del martedì saranno i bianconeri e i bergamaschi, reduci però da un avvio di stagione tutt’altro che esaltante e da una serie di risultati ben inferiori alle aspettative. A partire proprio dalla Vecchia Signora, che fin qui ha raccolto un solo punto frutto di un pareggio e di due sconfitte. Il KO incassato a Napoli, e ancor prima quello contro l’Empoli neopromosso fra le mura amiche dello Stadium, raccontano una situazione di enorme difficoltà in casa bianconera, confermando le frizioni che erano già emerse l’anno scorso con Andrea Pirlo in panchina.

 

Dybala JuventusLa buona notizia per la Juventus è che Massimiliano Allegri avrà modo di recuperare numerosi giocatori per questa sfida così importante, che verrà peraltro disputata contro un avversario sulla carta agevole: il Malmo è, a conti fatti, la squadra più abbordabile del girone. Più probante invece l’impegno che attende l’ Atalanta di Gasperini, costretta ad affrontare una difficile trasferta spagnola: sempre martedì sera alle ore 21:00 la Dea dovrà infatti vedersela contro il temibile Villarreal, reduce dal trionfo in Europa League contro il Manchester United nello scorso 26 maggio. Anche in casa neroblù la situazione è stata poco convincente: fin qui, in campionato Zapata e compagni hanno raccolto appena 4 punti, e sono reduci dalla brutta sconfitta incassata al Franchi per mano della Fiorentina. Gasperini dovrà essere bravo a restituire la giusta linfa ai suoi, in modo da non compromettere già in partenza un cammino europeo che, dagli ottavi di finale in poi, potrebbe farsi insidiosissimo.

Add Comment